Monza piange il gigante Luigi Rovati

0
82

«Un gigante della comunità monzese e un generoso benefattore per tutto il territorio”». Con queste parole Dario Allevi sindaco di Monza ha espresso il suo cordoglio per la morte di Luigi Rovati, scienziato, professore universitario e imprenditore fondatore della Rottapharm Madaus, scomparso nella sua casa monzese a 91 anni. La città si prepara a ricordare la sua enorme figura, importante non solo per la sua azienda che oggi conta 1800 dipendenti, ma per le sue qualità di scienziato e di uomo e benefattore per la città e non solo nei funerali che si terranno il 18 alle 14.30 in Duomo. Rovati, insieme ai figli, è riuscito a trasformare la sua azienda, nata nel quartiere di San Fruttuoso, in una delle più importanti multinazionali nel settore farmaceutico, in grado di brevettare farmaci e nuovi sistemi di rilascio. Insignito di importanti titoli ed onorificenze, tra cui quello di Cavaliere di Gran Croce della Repubblica e Cavaliere del Lavoro, ha ricevuto la massima benemerenza cittadina, il Giovannino d’Oro, nel 2011 anche per il suo impegno a favore della cultura “che ha sempre sostenuto con grande generosità e dimostrando eccezionale amore per la sua città”. Luigi Rovati è stato membro della Giunta Esecutiva e del Consiglio Direttivo di Confindustria Monza e Brianza, della Giunta Esecutiva e del Comitato di Controllo del Codice Deontologico di Farmindustria e del CdA della Fondazione della Comunità Monza e Brianza. La sua Fondazione tra l’altro si occupa di importanti progetti e sostiene il Museo Etrusco di Milano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here