Monza, per la Serie A l’obiettivo è ampliare lo stadio: si punta ai 20mila

0
230

Da quando Silvio Berlusconi ed Adriano Galliani sono arrivati a Monza, ormai quattro anni fa, tante cose sono cambiate nello stadio Brianteo (oggi ribattezzato U-Power Stadium).

Il patron, presidente storico del Milan, ha dovuto mettere mano al portafogli per avere uno stadio che un giorno fosse in grado di ospitare la serie B e poi addirittura la A. La tribuna d’onore è stata immediatamente ribaltata, a costo zero, evitando le rampe di scale necessarie per raggiungerla agli ospiti di riguardo più anziani, mentre nel frattempo si provvedeva a realizzare un vero ascensore. Ma poi c’era la manutenzione ordinaria e straordinaria, quella che mancava da sempre, con l’adeguamento normativo dell’esistente, scongiurando il rischio che qualche ufficio facesse chiudere tutto per inagibilità. Nei primi tre anni, la Fininvest ha immesso almeno 9 milioni nella struttura.

Dopo aver sistemato tutte le altre cose, tra cui portare la capienza dello stadio a 9.999 persone, adesso l’obiettivo è di arrivare 18 e poi a 22mila, riaprendo i vecchi Distinti e coprendo le curve. Prima serviranno i tornelli, e i permessi che l’Amministrazione comunale ha già garantito. Entro la fine dell’estate dovrebbe essere tutto a norma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here