Monza, omaggio alla “sua” monaca

0
263

MONZA – Un omaggio di Monza alla “sua” monaca più celebre, quella manzoniana. Nel prossimo weekend del 26 e 27 settembre, via a un percorso guidato in centro storico con performance teatrali per ricordare luoghi, storia e testimonianze della Monaca di Monza.

Il progetto, presentato pochi giorni fa nella suggestiva sala del Rosone del Museo del Duomo dal sindaco Roberto Scanagatti e dall’assessore al Turismo e spettacolo Carlo Abbà, il progetto che valorizza la figura della Monaca di Monza e dei luoghi cittadini in cui uno dei personaggi più noti della letteratura, grazie ai Promessi Sposi di Alessandro Manzoni, visse la propria storia, una storia vera, che sconvolse l’élite sociale ed ecclesiastica milanesi dei primi del Seicento. Un progetto che per il Comune, che lo ha promosso, è teatrale ma allo stesso tempo di valorizzazione in chiave turistico culturale dei luoghi di Monza, noti e meno noti, in cui si svolse la storia di Marianna di Leyva, personaggio storico realmente esistito.

Frutto di un accordo di collaborazione tra il Comune di Monza, la compagnia teatrale “La Sarabanda”, “Zeroconfini” Onlus e Fondazione Gaiani e nasce dalla rappresentazione teatrale “La Monaca di Monza – Una storia lombarda”, basato su un testo originale scritto dalla compagnia teatrale, risultato vincitore della V Edizione del Festival Teatro Nuovo di Milano.

La pièce teatrale, messa abilmente in scena dalla compagnia La Sarabanda, di cui oggi la regista Loredana Riva ha organizzato una breve rappresentazione con Mara Gualandris nel ruolo della monaca e Pierre Villa in quello di Giampaolo Osio, il suo amante, è un omaggio al più grande classico della letteratura italiana e al suo autore. Per la prima volta con il percorso dal vivo, grazie a esperte guide turistiche, attori professionisti e alla collaborazione storico scientifica della Fondazione Gaiani, si rivivranno, per le strade del centro storico, le suggestioni e l’atmosfera di Monza, proprio sulle tracce della Monaca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here