Monza, nuovi volontari per la Croce Rossa

0
125

La famiglia dei volontari della Croce Rossa di Monza e Brianza si allarga. Martedì sera nella sede dell’Azienda speciale di formazione Scuola Paolo Borsa di via Emilio Borsa si sono svolte le prove pratiche per l’esame di certifica per diventare volontari soccorritori.
Sono 17 i nuovi volontari certificati che saliranno in ambulanza (suddivisi tra i Comitati di Monza, Nova Milanese, Desio, Brugherio) e che interverranno nelle situazioni di emergenza-urgenza. Il percorso per la certificazione – che normalmente dura un anno e mezzo – è stato rallentato dalla pandemia. I nuovi volontari certificati hanno un’età compresa tra i 20 e i 48 anni. Sono arrivati alle prove pratiche di certificazione dopo un’approfondita preparazione teorica e pratica, con incontri di formazione due volte alla settimana, e 60 ore di servizio in ambulanza. Agli esami di certificazione erano presenti Sara Radaelli (Cefra provinciale, rappresentante dei Centri di Formazione Riconosciuti e Accreditati degli organismi di Volontariato), gli istruttori di Croce Rossa Italiana della provincia di Monza e Brianza, e i responsabili formatori di Areu. “Un grande in bocca al lupo ai nuovi volontari della Croce Rossa – commenta Dario Funaro, presidente della CRI Monza -. Auguro loro un buon lavoro e il benvenuto nella nostra grande famiglia. Un grazie al Comune di Monza e alla Scuola Paolo Borsa che ci ha ospitato per gli esami di certifica”.“Quando la Croce Rossa di Monza mi ha segnalato la necessità di avere spazi adeguati per far sostenere gli esami di certifica è stato naturale andare in aiuto – commenta Pier Franco Maffè, assessore all’Istruzione del Comune di Monza -. Abbiamo individuato la scuola Paolo Borsa come luogo ideale per questo evento di portata sociale. Tra Comune di Monza e Croce Rossa cittadina si è creata una preziosa sinergia, che proseguirà nella realizzazione di altre iniziative sul territorio a sostegno della collettività”.“Per noi è un onore aver ospitato i nuovi soccorritori della Croce Rossa Italiana – afferma Barbara Vertemati, dirigente dell’Azienda speciale Borsa -. La nostra scuola è molto attenta all’aspetto sociale e chissà, magari in futuro, si potranno aprire anche nuove collaborazioni”.Le indicazioni Covid hanno obbligato il Cefra provinciale a organizzare gli esami fuori sede, cercando uno spazio ampio e adeguato alle prescrizioni anti contagio. La scuola Paolo Borsa ha messo a disposizione cinque aule che sono state allestite e sanificate (prima e dopo le prove) dai volontari della Croce Rossa di Monza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here