Monza, insulti ad Allevi. Il centrodestra al suo fianco

0
34
Manifesti strappati, scritte ingiuriose e vere e proprie minacce di morte nei confronti del Sindaco di Monza Dario Allevi.I fatti sono stati denunciati durante questi primi giorni di campagna elettorale in città. E il centrodestra unito ha sottolineato la propria solidarietà al sindaco.  «Non accusiamo nessuno ma sia ben chiaro che un pessimo clima si sta instaurando in città, da quando i manifesti elettorali affissi per le vie di Monza vengono sistematicamente presi di mira come se fossero bersagli di una guerra dichiarata solo dai soliti ignoti. Non ci vogliono molte righe per esprimere dura condanna e piena solidarietà nei confronti di Dario Allevi. Ci auguriamo che anche le altre forze politiche facciano altrettanto con fermezza, non abbandonandosi al lassismo di chi giustifica con il silenzio tali gesti. “Non si tratta di persone che sbagliano” come venivano giustificate nei tempi bui di cui oggi ricorre l’anniversario di uno dei loro atti più efferati. Sono solamente degli idioti che si nascondono dietro una “gelida” manina», hanno scritto i rappresentanti di Forza Italia della lista civica Noi con Allevi, della Lega e di Fratelli d’Italia insieme.«Un episodio ignobile e vile, che non ci si azzardi a derubricare o minimizzare perché rimane un gesto grave – ha tuonato Andrea Monti, vicecapogruppo leghista al Pirellone- Il sindaco Allevi, che conosco bene avendo lavorato al suo fianco quando era presidente della nostra provincia e che ama profondamente la sua città, non è persona da farsi intimorire da chi vuole avvelenare la campagna elettorale. Mi aspetto però che il candidato Pilotto prenda le distanze da ambienti di estrema sinistra che a Monza si sono già resi protagonisti di episodi violenti, troppo spesso ignorati. Ricordiamo l’aggressione in pieno centro ai militanti di un gazebo della Lega, da parte di ragazzi di sinistra che si stavano recando alla vicina manifestazione dell’Anpi».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here