Home ATTUALITÀ Monza, addio a Giancarlo Sangalli il re dei rifiuti

Monza, addio a Giancarlo Sangalli il re dei rifiuti

0
438

Si è spento due giorni fa dopo una lunga malattia Giancarlo Sangalli, 84 anni, patron della Sangalli Sporghi & Co, un’azienda da 1100 dipendenti e sedi non solo a Monza  e in Lombardia, dove ha iniziato l’attività oltre 50 anni fa, ma anche in Lazio, Friuli Venezia Giulia, Marche e Puglia, oltre che esperienze negli Emirati Arabi e nella capitale dell’Angola, Luanda. Una paersonalità molto conosciuta e a suo modo discussa quella di Sangalli, il tipico imprenditore brianzolo che negli ultimi anni aveva lasciato la guida dell’azienda ai figli e dopo il coinvolgimento nella maxi inchiesta sulla corruzione Clean City, ad un’amministrazione esterna. Giancarlo Sangalli era diplomato in chimica e l’inizio della sua attività arriva quando compra un camion attrezzato per gli spurghi in Germania e lavora per i comuni di Monza e Milano oltre che per imprese come Breda e Pirelli.  La sua attività è stata quella tipica di grande lavoratore ma purtroppo a causa del tipo di lavoro, ha attraversato momenti bui dal punto di vista giudiziario.dopo il Processo per Clean City l’azienda ha cambiato l’amministrazione e quest’ultimo ha emesso un comunicato in cui definiva Sangalli «un imprenditore illuminato, anche nei momenti di crisi, non ha mai smesso di credere nei giovani e nei propri dipendenti, guardando con ottimismo al futuro perché “se ci si rimbocca le maniche con passione, sacrificio e volontà di fare, si può riuscire a lavorare bene insieme, a fare una grande impresa e a valorizzare il territorio e l’ambiente”.
I funerali vengono celebrati il 5 gennaio alle 15 nella chiesa di San Giuseppe a Monza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here