Milano, Giro d’Italia: premiati due agenti della Polizia Stradale

0
85

Per l’ultima tappa del Giro tornano anche le premiazioni degli “Eroi della Sicurezza”, iniziativa che giunge  suo decimo anno. Nasce dalla collaborazione tra Polizia di Stato e Autostrade per l’Italia per valorizzare l’operato degli agenti e degli addetti autostradali che ogni giorno presidiano la viabilità sulle arterie ad alto scorrimento lungo il Paese. Alla partenza dell’ultima tappa della competizione ciclistica, Senago-Milano, Autostrade per l’Italia ha consegnato i riconoscimenti agli agenti Jairo Montebello e Danilo Marziani del Compartimento Polizia Stradale di Milano, i quali sono stati premiati per aver soccorso una donna colta da un malore, che con la figlia piccola era ferma in corsia di accelerazione. La Polizia Stradale ha premiato anche l’impegno di Gianbattista Boldini e Antonio De Filippis del Tronco di Milano di Autostrade per l’talia, i quali hanno tempestivamente bloccato un mezzo pesante che, viaggiando contromano, si dirigeva verso un cantiere attivo. Nel pomeriggio del 28 ottobre 2020, sull’autostrada A4, la pattuglia con a bordo gli agenti Montebello e Marziani hanno notato sulla carreggiata opposta un’automobile ferma con le quattro frecce accese, all’interno una donna con la testa riversa appoggiata al finestrino. I due poliziotti hanno invertito la marcia ed hanno raggiunto il veicolo, una volta giunti sul posto hanno notato che la donna respirava e parlava affannosamente. Dentro la vettura c’era anche Aurora, una bambina di 11 anni, molto spaventata Dentro l’auto c’era anche Aurora, una bambina di 11 anni, molto spaventata che ha raccontato agli agenti che la madre aveva iniziato a stare male, ma, nonostante ciò, era riuscita ad accostare il veicolo al lato della carreggiata. La piccola, aveva provato a chiamare il 118, ma non aveva saputo riferire l’esatta posizione del luogo. Gli agenti hanno tranquillizzato la bambina e rintracciato il papà di Aurora che ha raccontato agli agenti che la moglie, nei due giorni precedenti, aveva accusato forti malori. Era la sera del 31 marzo 2021, quando i due operatori del Centro Esercizio di Busto Arsizio  Boldini e De Filippis prestavano servizio di viabilità sull’Autostrada A9. Erano in prossimità del tratto Como-Dogana Svizzera, interessato dai lavori di manutenzione nelle gallerie, quando si sono accorti che al km 38 circa, un autoarticolato aveva effettuato un’inversione e stava viaggiando contromano. I due operatori sono intervenuti sbarrando immediatamente il transito ai veicoli e fermando il mezzo prima che entrasse all’interno dell’area di cantiere. La Polizia Stradale ha assegnato lungo le tappe un riconoscimento a 10 operatori di Autostrade per l’Italia che hanno dimostrato una forte dedizione al proprio lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here