Maxi multa per Roche e Novartis, il Tar non fa sconti…

0
735

Confermata dal Tar del Lazio la maxi-multa di 180 milioni di euro comminata dall’Antitrust alle aziende farmaceutiche Novartis e Roche (quest’ultima ha il suo quartier genrrale italiano al confine tra Monza e Concorezzo), con l’accusa di aver fatto ‘cartello’ per favorire le vendite di un farmaco, il Lucentis, molto più caro ma sostanzialmente identico all’Avastin, per uso oftalmologico. L’udienza del Tribunale amministrativo laziale si era tenuta lo scorso 5 novembre. I giudici della Sezione prima del Tar hanno quindi deciso di respingere il ricorso presentato dalle due industrie contro la multa dell’autorità garante della concorrenza e del mercato.

All’indomani dello scoppio del caso (nel marzo scorso) il colosso farmaceutico di Basilea aveva respinto prontamente ogni accusa: “Roche respinge con fermezza le conclusioni del procedimento condotto dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato circa un presunto accordo restrittivo della concorrenza con Novartis.  L’azienda ribadisce che le accuse sono prive di qualsiasi fondamento e che ricorrerà in appello presso tutte le sedi deputate, a tutela della propria immagine e dei propri diritti, certa delle proprie ragioni”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here