“Massimo impegno del Governo per Expo”: la promessa di Letta in visita al cantiere

0
297
Il Premier Enrico Letta e il Commissario Unico per Expo 2015 Giuseppe Sala
Proseguiamo il nostro cammino di avvicinamento ad Expo 2015 con le ultime novità.
L’impegno di Letta
Il Presidente del Consiglio Enrico Letta, per la seconda volta da maggio, è tornato a Milano a metà settembre per confermare l’impegno del Governo nei confronti dell’Esposizione Universale:  “Non dobbiamo solo fare bella figura, dobbiamo fare in modo di creare nuovi posti di lavoro”. Nel corso dell’incontro, il premier Letta ha avuto modo di verificare in prima persona lo stato di avanzamento dei lavori e di parlare con le maestranze impegnate nelle attività. Soddisfatto delle parole di impegno del Governo il commissario unico delegato per Expo Milano 2015: “Expo 2015 è entrata in una fase estremamente operativa – ha dichiarato Sala -. Siamo alla vigilia della consegna dei primi lotti ai Paesi entro fine anno. Il primo sarà quello dell’Italia”. Anche sul fronte del rapporto con i Paesi partecipanti, ormai arrivati a 134, il Presidente del Consiglio ha ribadito il sostegno del Governo: in occasione dell’inaugurazione della ses- sione annuale delle Nazioni unite, a New York, dal 24 al 26 settembre, Letta ha interloquito con un gran numero di politici e di imprese  in grado di aiutare in questo grande evento. Di certo da oltre Oceano è già arrivata una notizia riguardante la mascotte di Expo 2015: sarà Disney Italia a disegnarla, essendosi aggiudicata la gara per lo sviluppo, la promozione e la commercializzazione dell’Intellectual Property dell’Esposi- zione Universale. Il personaggio che the Walt Disney Company Italia ha ideato diventerà il primo ambasciatore dell’appuntamento del 2015 nel mondo. Riprodotto e declinato in differenti tipologie di oggetti e articoli di merchandising, sarà il volto allegro e divertente del tema dell’Esposizione Universale “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. “Disney Italia – ha spiegato Giuseppe Sala – si è aggiudicata una gara molto inte- ressante, alla quale hanno partecipato importantissime aziende leader nel mondo dell’entertainment. Disegnare la mascotte richiede un originale sforzo di creatività e una grande capacità comunicativa. Forte di una consolidata esperienza nel settore, Disney Italia ha presentato una proposta molto convincente, che conquisterà i visitatori di Expo”.
Il Popolo del Cibo
Con un omaggio a Dante Ferretti è partito nei giorni scorsi il roadshow internazionale del “Popolo del Ci- bo”. Saranno le statue realizzate dallo scenografo italiano, vincitore di tre premi Oscar, a raccontare al mon- do il tema dell’Esposizione Universale. Ad aprire i festeggiamenti il Commissario Sala e il Sindaco Pi- sapia. Accanto a loro, all’ombra di quattro dei sette personaggi che compongono il gruppo di sculture – Minestrello, Pasticcina, Ortolino e Macedonia – la direttrice di Vogue Italia Fran- ca Sozzani, il presidente di Tod’s Diego Della Valle e la vincitrice di X-Factor Chia- ra. Prima tappa del tour New York. Nei prossimi mesi, il roadshow toccherà Roma, Tokyo, Pechino, Mo- sca, Buenos Aires e Rio de Janeiro. Missione: spiegare le sfide, le opportunità e le occasioni di crescita che l’appuntamento del 2015 offre ai Paesi del mondo. Alcune riproduzioni sono già esposte a Milano in Stazione Centrale, alla Triennale e in Largo Beltrami. E presto i protagonisti del “Popolo del Cibo” arriveranno in piazza San Babila e negli aeroporti di Malpensa e Linate. Alte 3,5 metri, le originali installazioni urbane richiamano nelle sembianze i ritratti burleschi dell’artista milanese Arcimboldo: “Mi sono ispirato alle sue teste grottesche composte da prodotti ortofrutticoli, pesci, uccelli – ha spiegato Dante Ferretti – Il tema dell’Expo 2015 si svolge sul cibo, l’ecologia e l’energia sostenibile. E questi soggetti rimandano alla tradizione italiana culinaria e artigiana”.
Il futuro del sito dopo Expo
Arexpo S.p.A., la società proprietaria dei terreni su cui sta sorgendo il sito dell’Esposizione Universale, ha concluso “l’indagine esplorativa per l’ac- quisizione di proposte di attività e gestione utili a definire contenuti innovativi e sostenibili all’interno del parco tematico e delle attrezzature di interesse pubblico o generale. Si tratta in sostanza del futuro del sito espositivo una volta chiusi i battenti dell’Esposizione, nell’ottobre 2015, nella porzione che non verrà interessata da nuove urbanizza- zioni. Inizialmente il termine di presentazione delle proposte era fissato per il 10 settembre ma, da una parte l’interesse suscitato e dall’altra la necessità di integrare alcune proposte già presentate, hanno suggerito la riapertura dei termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse.
Sul prossimo numero è previsto un approfondimento delle proposte pervenute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here