Malattie della pelle, cosa vogliono dirci da un punto di vista psicologico

0
74

La nostra pelle segna il confine tra il “dentro” e il “fuori”, l’interfaccia tra il nostro corpo ed il mondo esterno. Rende possibile la comunicazione con l’ambiente che ci circonda e favorisce il nostro adattamento ai cambiamenti dell’ambiente stesso (termoregolazione, sudorazione, espressione degli stati emotivi). Per la medicina psicosomatica, la pelle può diventare il canale di espressione di emozioni trattenute e non riconosciute, diventando “luogo” di malattie che si prestano a letture di natura psicologica.

Vediamo insieme i possibili significati di 4 delle malattie della pelle più diffuse:

  • La psoriasi è spesso manifestazione di una rabbia celata. Si tratta di una malattia infiammatoria la cui guarigione richiede tempo e fatica e che può presentare delle recidive. Si caratteristica spesso per una chiazza di pelle arrossata (che può arrivare al sanguinamento), ispessita e ricoperta da uno strato di scaglie cutanee. La pelle arrossata e sanguinante simboleggia un’aggressività trattenuta, l’ispessimento e le scaglie rappresentano il tentativo di celare la rabbia inespressa.
  • La vitiligine rivela un senso di colpa inconsapevole. Spesso le chiazze bianche della vitiligine si manifestano a causa di traumi o forti stress e possiedono una componente autoimmune. A livello psicologico può simboleggiare il tentativo di cambiare pelle, di ripulirsi, di purificarsi dalle proprie parti “oscure” e “colpevoli”, alla ricerca di una purezza infantile oramai perduta.
  • L’orticaria è segno di una ribellione silenziosa. L’orticaria è un’infiammazione cutanea pruriginosa, che può insorgere in seguito all’assunzione di alimenti allergizzanti o per altre cause, ma che spesso compare e scompare in modo imprevedibile, per cui la reale causa rimane un mistero. Sembra essere una reazione istintiva di intolleranza a eventi o situazioni emotive che ci fanno soffrire o arrabbiare.
  • L’herpes è uno “scudo” contro le tentazioni. L’herpes si manifesta con vescicole rosse piene di liquido, spesso sulle labbra (“febbre”) oppure sull’addome e sul torace nel caso dell’Herpes Zoster. In entrambe le situazioni sembra esprimere desideri o impulsi trasgressivi di natura sessuale, che non è stato possibile rivelare altrimenti.

Risulta importante, quindi, affrontare il problema anche da un punto di vista psicologico, andando a comprendere e risolvere le possibili componenti emotive.

Studio Psychè                                                                                                             Via Casati 18, Cinisello B.mo – 389 2604800

Dr.ssa Cristina Carfagno e Dr.ssa Silvia Danna

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here