M5, Sesto chiede più attenzione alle tratte interurbane

0
485

“Bene il prolungamento della linea 5, ma per noi il nodo cruciale resta la tariffa interurbana. Dopo anni di immobilismo da parte chi ci ha preceduto, pretendiamo che i sestesi non siano più vittima sacrificale di una tassa ingiusta. Chiediamo al Comune di Milano, all’ATM, alla Città metropolitana e alla Regione di istituire un tavolo per trovare una soluzione rapida e definitiva che consenta a chi utilizza la linea 1 della metropolitana alle fermate di Sesto Rondò e Sesto FS di non dover pagare, sia per il biglietto, sia per gli abbonamenti, un inspiegabile e assurdo sovraprezzo”. Lo dice il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano intervenendo sulla questione del tracciato della linea 5 in direzione Sesto San Giovanni-Cinisello Balsamo-Monza. “Non riusciamo proprio a comprendere perché un pensionato o uno studente ‘milanese’ che percorre 20 fermate urbane della linea rossa – aggiunge Di Stefano – debba spendere per il proprio abbonamento una cifra nettamente più bassa di un pensionato o uno studente ‘sestese’ che, sempre sulla stessa linea, percorre 10 fermate. Un’assurdità in termini. Se a chi governava prima questo sistema andava bene, a noi tutto ciò sembra una follia. E non serve uno esperto in economia e finanza per comprendere quanto enorme sia un’ingiustizia che si trascina da troppi anni”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here