Lombardia, premiate le tesi sulle politiche regionali

0
204

Premiati in Consiglio regionale i giovani ricercatori che hanno partecipato all’iniziativa “Valutare Premia”, con tesi magistrali o di dottorato finalizzate all’analisi e alla valutazione di politiche pubbliche regolate o finanziate da Regione Lombardia Il premio, alla seconda edizione, è nato nel 2017 per iniziativa del Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione del Consiglio regionale e intende favorire il confronto con le Accademie e con la ricerca, come strumento di approfondimento delle politiche regionali. “I giovani che nelle nostre Università si preparano per professioni e ruoli in tanti campi della vita economica, sociale e culturale non solo rappresentano il futuro della nostra società – ha detto il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi – ma hanno sensibilità e idee che dobbiamo sempre più portare alla luce e valorizzare. Auspico pertanto che il mondo universitario voglia contribuire in modo sempre più incisivo nel promuovere lo studio e la ricerca valutativa sulle politiche regionali lombarde, consapevoli che la conoscenza è una base imprescindibile per migliorare la nostra società e l’azione della pubblica amministrazione in particolare”. Questi lavori – ha detto la Presidente del Comitato Paritetico di Valutazione Barbara Mazzalisono un importante contributo di conoscenza e di approfondimento molto utili a noi legislatori per acquisire un punto di vista accurato e oggettivo. Confidiamo che nei prossimi anni molti altri studenti e dottorandi possano decidere di dedicare la tesi ad argomenti di politiche pubbliche della Regione Lombardia”. Il primo premio è stato riconosciuto ad Angelo Moratti, laureato in Politiche Pubbliche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con una tesi dal titolo “Applicazioni dell’economia cognitiva e sperimentale negli appelli di raccolta fondi delle organizzazioni non profit”. Secondo premio al lavoro su “Ambiente Costruito e Alzheimer – Valutazione della qualità delle strutture sanitarie per pazienti affetti da demenza”, elaborato da Silvia Mangili insieme a Roberto Maino del Politecnico di Milano. Il terzo premio è stato attribuito a Simona Di Iorio, laureata in Amministrazioni e Politiche pubbliche presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi dal titolo “Milano-Cortina 2026: dalla valutazione dei mega eventi alla pianificazione strategica per il futuro del movimento olimpico”. I riconoscimenti consistono in un premio in denaro: le tesi saranno pubblicate sul sito internet del Consiglio regionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here