Lissone, via libera ai “monumenti con dedica”

0
877

LISSONE –  Non sappiamo se i Valtorta sono la prima, storicamente parlando, famiglia mobiliera lissonese; di certo – con la bella targa che verrà apposta su un loro antico terreno – sono i primi ad approfittare di un’opportunità offerta da una delibera in cui l’anno scorso la Giunta comunale dava a tutti i cittadini la possibilità di «dedicare monumenti o lapidi in luogo pubblico», ovviamente per ricordare personaggi od eventi di interesse comune: un modo anche questo per incentivare la memoria storica collettiva e la tutela del patrimonio delle tradizioni locali.

Su spunto di un anziano membro della famiglia, infatti, i Valtorta hanno fatto realizzare totalmente a loro spese (è bene precisarlo!) un’artistica targa in acciaio inciso con la frase:

“La famiglia Valtorta, antica proprietaria di questo terreno già destinato a fabbrica del legno, ricorda qui
la sua tradizione di “legnamèe” in Lissone dal 1881″

Vi hanno apposto la riproduzione dell’antica foto patriarcale della loro bottega e hanno arricchito il tutto con una fascia lignea che ricorda il mestiere esercitato. L’hanno quindi donata al Comune, chiedendo che venisse applicata alla recinzione del nuovo asilo Pacinotti con un motivo ben preciso: quel terreno era di loro proprietà e destinato decenni or sono a un ampliamento della fabbrica, poi invece venne espropriato (e regolarmente pagato) ad uso pubblico. Niente da recriminare, dunque, ma solo il desiderio di ricordare «in loco» una storia che da familiare è divenuta collettiva.

Foto tratta dal sito dell’Anpi di Lissone 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here