Lissone, torna Nidi gratis per i bisognosi

0
236

Anche per il nuovo anno scolastico 2018-2019, il Comune di Lissone aderisce alla misura “Nidi gratis” di Regione Lombardia per il sostegno economico alle famiglie lombarde.La misura “Nidi Gratis”, giunta a Lissone alla terza annualità, prevede l’erogazione in modalità indiretta, da parte di Regione Lombardia, di “buoni di servizio” finalizzati ad azzerare la retta pagata dalla famiglia per i nidi pubblici o per i posti acquistati presso i nidi privati convenzionati con il Comune, integrando le agevolazioni tariffarie già previste dai Comuni e applicate alle famiglie in base a regolamenti sull’ISEE.Come già accaduto lo scorso anno, L’Amministrazione comunale si è impegnata per l’ammissione alla misura anche delle strutture private convenzionate con il Comune. Anche per le famiglie con bambini frequentanti nidi privati ed in possesso dei requisiti previsti dalle norme regionali, oltre che per le famiglie frequentanti il nido comunale Tiglio, sarà quindi possibile accedere alla misura Nidi Gratis con l’azzeramento dei costi a partire dal mese di inizio di frequenza.Per accedere alla misura “Nidi Gratis”, i requisiti richiesti prevedono famiglie con minori da 3 a 36 mesi, indicatore ISEE di riferimento uguale o inferiore a 20.000 euro, residenza in Lombardia per entrambi i genitori e genitori che siano entrambi occupati o abbiano sottoscritto un Patto di Servizio personalizzato ai sensi del D.lgs. n.150/2015.I nidi privati con posti in convenzione, nell’annualità 2018/2019, sono Bimbi & co, Happy Children, Officina delle fiabe, Pianeta dei bambini, Piccolo lord e Piccolo principe di Lissone, Bum Bum di Biassono-Desio-Monza e il Club degli alveari di Vedano al Lambro-Monza,L’adesione alla misura regionale si aggiunge ad altri aiuti comunali già previsti da diversi anni per le famiglie con bambini di età compresa tra 0 e 3 anni, attraverso i quali l’Amministrazione ha sempre investito per favorire l’inserimento dei bambini/e al nido, promuovere l’occupazione femminile con la conciliazione famiglia/lavoro, sostenere le famiglie in un momento di particolare fragilità economica e sociale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here