Lissone, sul sito tre nuovi almanacchi

0
256
Irana Tappeti Cinisello

Tre nuovi “Almanacchi lissonesi” sono disponibili in formato elettronico sul sito istituzionale del Comune di Lissone. L’inizio del 2016 porta una bella novità per gli appassionati di storia locale: la pubblicazione di tre nuovi libri digitali sfogliabili, studi originali curati da esperti e già apparsi sul sito web comunale nel 2013, 2014 e 2015, ma ora raccolti in volumi di immediata consultazione e disponibili a tutti i cittadini (insieme a vari altri testi storici riuniti sotto il capitolo “Vivi e visita la tua città”). Si comincia dal “Chronicon Lissonensis”: una sorta di calendario perpetuo nel quale, giorno per giorno, sono stati registrati gli avvenimenti storici che attraverso i secoli hanno caratterizzato la vita di Lissone. Un “Accadde oggi” compilato nel 2013 da Maurizio Parma, noto cultore di storia locale, attraverso la consultazione di centinaia di antichi documenti sepolti negli archivi pubblici e privati. La seconda pubblicazione, “I giorni di Lissone”, raccoglie la rubrica curata nel 2014 dall’esperto Silvano Lissoni, nome conosciuto nella pubblicistica lissonese per innumerevoli articoli e pubblicazioni storiche. Anche qui si tratta di un curioso e informatissimo calendario ragionato dei fatti di cronaca avvenuti nella nostra città soprattutto negli ultimi due secoli. L’almanacco dell’anno appena trascorso, “Storie & Mestieri”, è infine opera di Livio Gatti, altro noto storico locale che si è interessato soprattutto del legno e dei suoi lavoratori, con ricerca iconografica su materiale d’epoca affidata a Vincenzo Arosio. Proprio alle produzioni mobiliere e alle botteghe da falegname sono dedicate le puntate settimanali, che riprendono interviste già apparse negli anni Novanta nelle pagine di un settimanale locale. I tre volumi saranno a breve disponibili anche presso la sezione di storia locale della Biblioteca Civica sia su CD che in formato cartaceo, in modo da rendere il più agevole possibile per tutti i cittadini e i curiosi la consultazione di questi contributi importanti per la memoria storica della Città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here