Lissone, riaprono i mercati

0
63

Il primo sarà quello di Santa Margherita nella giornata di giovedì 21 maggio, a seguire sarà la volta – lunedì 25 maggio – del tradizionale appuntamento in Piazzale degli Umiliati. In entrambi i casi, i cittadini ritroveranno i banchi alimentari e quelli non alimentari. Con ordinanza del Sindaco Concettina Monguzzi a Lissone è stata disposta la riapertura a pieno regime dei Mercati settimanali con ulteriori misure a scopo preventivo.L’area mercatale sarà perimetrata e l’accesso sarà disciplinato attraverso appositi varchi di entrata e di uscita, presidiati da agenti della Polizia Locale e da personale volontario. Per evitare assembramenti vi potranno essere dei contingentamenti all’ingresso dell’area mercatale.La capienza massima di ciascun mercato è calcolata secondo una media di 5 clienti per ogni singolo banco di vendita; all’uscita di un cliente, farà seguito l’ingresso di una persona così da evitare sovraffollamenti nell’area perimetrata.A tutti i clienti, così come agli operatori ambulanti, sarà misurata la temperatura corporea. Nel caso in cui sia uguale o superiore a 37,5° C, verrà rivolto l’invito a ritornare alla propria abitazione, a limitare al massimo i contatti sociali e a contattare il proprio medico curante.Sia all’interno dell’area di mercato sia tra i clienti in attesa di accesso, dovrà essere mantenuto adeguato distanziamento interpersonale di almeno un metro, e dovrà essere comunque rispettato il divieto di creare assembramenti. I cittadini avranno l’obbligo di indossare la mascherina all’interno dell’area mercatale; i guanti “usa e getta” dovranno essere utilizzati nelle attività di acquisto, particolarmente per l’acquisto di alimenti e bevande; Gli ambulanti avranno l’obbligo di posizionare adeguata segnaletica per favorire il rispetto del distanziamento e dovranno sempre operare con mascherina e guanti. Inoltre, in prossimità di ogni banco, gli ambulanti dovranno mettere a disposizione dei clienti soluzioni idroalcoliche per le mani e guanti “usa e getta”, quest’ultimi da utilizzarsi obbligatoriamente ogni qualvolta vi sia la necessità di scegliere in autonomia la merce esposta. Fra le attrezzature di vendita dei singoli operatori dovrà essere mantenuto il distanziamento di un metro e non potranno essere presenti più di tre operatori per ogni posteggio. Tutti gli esercenti dovranno adoperarsi affinché sia garantito il distanziamento dei clienti dal banco di almeno 1 metro, in modo da evitare che la merce esposta possa essere oggetto di contatto da parte del cliente. Infine, gli operatori abilitati alla somministrazione potranno consentire la consumazione presso il banco ad un solo utente per volta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here