Lissone, marito violento in manette

0
170

Pedinava la ex moglie e faceva recapitare tramite conoscenti minacce di morte, poi la ossessionava con chiamate e messaggi. M.M. marocchino classe 1951, è stato arrestato lunedì 23 settembre per maltrattamenti in famiglia dalla Squadra Mobile di Monza. L’uomo in realtà era stato già arrestato in flagranza a gennaio quando gli agenti erano intervenuti a casa dopo la chiamata della moglie e dei tre figli a causa delle sue violente vessazioni psicologiche e per le violenze fisiche nei confronti della donna. Dopo un breve periodo in cella era tornato fuori e anche se la donna ormai era andata via di casa con i figli inserita nel Codice Rosso della Procura di Monza, lui ha insistito e continuato a cercarla. L’altro giorno è anche andato fuori dalla ditta dove lavora la poveretta e l’ha seguita fino a casa. Adesso grazie al programma di protezione delle donne vittime di violenza e alle numerose denunce è finito di nuovo in cella.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here