Lissone, la musica per le vie della città

0
988

Musica itinerante per le vie della città, con note messicane e brani jazz che risuoneranno nei quartieri per entrare – metaforicamente, ma non troppo! – nelle case dei lissonesi.In adesione al Protocollo d’intesa col Consorzio Brianteo Villa Greppi, il Comune di Lissone venerdì 24 e venerdì 31 luglio ospiterà la musica live di Musicamorfosi che con l’edizione 2020 di Suoni Mobili giunge alla sua 11° rassegna. Il Festival, firmato appunto dal Consorzio Brianteo Villa Greppi con Musicamorfosi e con la direzione creativa di Saul Beretta, realizzato con il patrocinio e contributo di Fondazione Cariplo, torna in tutta sicurezza secondo le normative sanitarie e di prevenzione relative al Covid-19.Per quest’anno, dunque, non sarà un’unica sede fissa ad ospitare le kermesse musicali per evitare qualunque forma di assembramento, ma i musicisti gireranno la città su veicoli scoperti coinvolgendo tutti i quartieri ed esibendosi nei diversi punti del territorio.Due, come detto, gli eventi in calendario a Lissone: si inizia venerdì 24 luglio con 2 set dalle 19 alle 22.30 con Serenate Mariachi e si proseguirà la settimana successiva con un Dj set in movimento su una Cargo Bike che dal mattino alla sera conquisterà ogni tipologia di pubblico.“In questo anno particolare l’attenzione dell’Amministrazione, ancor più che negli anni precedenti, è stata quella di organizzare eventi che potessero raggiungere il maggior numero possibile di cittadini nel rispetto della normativa anti contagio – afferma Alessia Tremolada, assessore con delega alla Cultura -. Se solitamente portiamo gli spettacoli di Suoni Mobili in diversi luoghi della città, quest’anno con la realizzazione di due eventi itineranti toccheremo tutti i quartieri portando musica e allegria il più possibile vicino alle case dei nostri concittadini. In un’estate particolare speriamo che, anche dalle vostre finestre, possiate godere di un momento di svago”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here