Lissone campione contro l'azzardo: 30 mila euro dalla Regione

0
812

La Regione Lombardia premia il Comune di Lissone, capofila di un progetto distrettuale di contrasto al gioco d’azzardo patologico: 30.000 euro stanziate per realizzare azioni formative ed educative contro la diffusione pericolosa di dipendenze dalle slot machine e dalle molte altre occasioni di gioco ormai molto diffuse anche nella nostra città. Un riconoscimento significativo all’opera che il Comune di Lissone conduce ormai da anni.
Il progetto “Scommetti che non l’azzardo”, presentato lo scorso aprile con la collaborazione con la cooperativa sociale Spazio Giovani, consentirà di promuovere eventi No Slot sul territorio, di formare operatori e assistenti sociali e commercianti e di fare attività di Informazione e prevenzione dedicate soprattutto alle fasce più a rischio come potenziali fruitori e vittime del gioco d’azzardo: anziani e studenti delle superiori.
Le risorse ora destinate ai 13 Comuni dell’Ambito Territoriale di Carate saranno impiegate per organizzare iniziative pubbliche contro l’azzardo in collaborazione con le associazioni sportive, i gestori di bar e locali che hanno fatto scelte “no slot”, le scuole. A queste manifestazioni rivolte a tutta la cittadinanza si affiancheranno poi azioni specifiche per i possibili agenti di prevenzione: assistenti sociali, educatori e operatori dei servizi sociali del territorio, cui sarà proposto un percorso formativo per qualificare il loro intervento di ascolto e rilevazione del rischio di dipendenza patologica delle persone che loro si rivolgono. Specialisti ed esperti consentiranno di conoscere meglio questo fenomeno molto diffuso ma ancora poco considerato nei suoi effetti devastanti a livello sociale, economico, psicologico, legislativo. Per favorire lo scambio di informazioni e collaborazioni fattive nella rete territoriale, alcuni moduli saranno aperti anche ai commercianti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here