Lingue dialettali sul Lambro a Monza

0
443

La Casa della Poesia di Monza promuove la terza edizione de “Il Festival Europeo delle Lingue Dialettali” giovedì 14 giugno 2018 a partire dalle 17.00. L’evento si apre con una sala conferenze dei MUSEI CIVICI di Monza sul Lambro e la storia di Monza. Introduce Antonetta Carrabs (Presidente de La Casa della Poesia di Monza) Intervengono: Pompeo Casati (geologo), Rodolfo Zardoni (giornalista televisivo) Iride Enza Funari (scrittrice poetessa) Gaetano Orazio (artista – poeta).Per l’occasione nella sala conferenze verrà allestita la mostra fotografica:Lambro un monologoIl Lambro e la sua metamorfosi: un fiume che si fa persona e narra se stesso in un percorso di immagine e poesia che testimonia il nostro modo di vivere in rapporto con la natura. Un monologo denso di emozioni e di storia in cui il passato, il presente e il futuro dialogano attraverso le immagini e i versi. Il fiume si veste della nostra stessa natura, obbligandoci ad ascoltarlo: il suo racconto resta appeso tra l’estasi della bellezza di natura e la disperazione della sua morfologia, così profondamente alterata dall’uomo. A cura di Rodolfo Zardoni e Iride Enza Funari. Alle 18.30 – Passerella dei mercanti La bella la va al Lamber. Storie, memorie, canzoni sul Lambro Una breve performance che evoca storie antiche: le regine longobarde, la nascita del fiume…e vecchie tradizioni, come il lavoro ingrato della filanda, le lavandaie al fiume, il vivace teatrino del mercato, le riunioni all’osteria. Il dialetto non è quello, macchiettistico delle scenette “per fa’ rid”, ma è memoria e cultura, è quello a cui Carlo Porta ha dato una sua nobile, polemica dimensione, e Gadda, a modo suo, un ironico e malinconico omaggio. Le canzoni sono quelle che tutti conosciamo. Gli attori quelli del teatro “Spazio di Là”, assieme a cinque poliedrici coristi di Locate Triulzi. L’ideazione è di Antonetta Carrabs, la regia di Luisa Gay.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here