A lezione di rapina, due giovani in manette a Sesto

0
383
allarme bomba, Parco Nord,Carabinieri
Falso allarme bomba al Parco Nord, tutto rientrato dopo l'evacuazione

Mentre il rapinatore più anziano ed esperto spiegava cosa fare, i suoi alunni più giovani agivano. Una vera e propia lezione di rapina quella che i carabinieri hanno ricostruito attraverso l’analisi delle telecamere di sorveglianza di una banca in piazza Martiri di via Fani dopo che il 1 febbraio scorso si compì una rapina.  I due, di 17 e 26 anni, con precedenti specifici, penetrati all’interno della filiale con il volto parzialmente travisato e armati di taglierino, si erano fatti consegnare 1500 euro.  Grazie alle telecamere di sorveglianza dell’istituto, gli investigatori dell’Arma hanno ricostruito la dinamica del colpo e documentato come il rapinatore più anziano avesse fornito indicazioni al complice meno esperto su come comportarsi nelle varie fasi del reato. I Carabinieri hanno quindi controllato i giovanissimi della zona con precedenti per rapina, giungendo in breve all’identificazione del minore. Una conferma è poi giunta da un social network, sul quale il ragazzo aveva pubblicato una fotografia che lo ritraeva con lo stesso giubbino utilizzato per la rapina. Infine, la rete delle conoscenze virtuali ha consentito l’identificazione degli amici del giovane, tra i quali figurava il complice.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here