L’ex sindaco Ronchi condannato ad un anno, dimissioni dal Consiglio in vista

0
292

«Alla fine ti giudicheranno comunque qualsiasi cosa tu faccia, quindi fai quel …. che ti pare». Aveva postato questa frase lo scorso 6 novembre su facebook quasi a commentare prima che accadesse, la sentenza di condanna ad un anno con la condizionale che gli è stata comminata giovedì 12 novembre dal Tribunale di Monza. L’imputato è Maurizio Ronchi, ex sindaco leghista di Brugherio e oggi consigliere comunale e la sentenza riguarda un abuso d’ufficio relativo alla firma su un’autorizzazione concessa nell’estate del 2011 per una centrale elettrica in città. Una firma che, secondo la Legge, non può arrivare dal sindaco ma dalla Provincia e da un funzionario comunale. Ronchi ha sempre detto che la lettera che aveva firmato era solo un’indicazione e non la autorizzazione vera e propria. Il pm aveva chiesto 21 mesi di condanna, il giudice Andre Rossatto ha dato al politico un anno naturalmente con la sospensione essendo incensurato. Una pena – secondo ronchi – alleggerita come se non si fosse deciso se era colpevole o innocente. Il ricorso in appello è certo e in base alla Legge Severino anche la sua uscita dal consiglio comunale. ma sembra che Ronchi non aspetti la legge e decida da solo di sospendere la sua attività in consiglio. ma non quella politica con la Lega, visto che è anche parte della segreteria politica di Maroni in Regione Lombardia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here