Le fontane di Monza in gestione a Brianzacque

0
172

Dodici fontane, sparse in tutta la città di Monza passano alla gestione di Brianzacque. L’Amministrazione Comunale ha proceduto all’affidamento diretto «in house» del «Servizio di conduzione e manutenzione delle fontane ornamentali pubbliche – Monza» alla monoutility brianzola del settore idrico. L’accordo prevede la manutenzione ordinaria e straordinaria delle fontane che, spiega il Vicesindaco Simone Villa, «garantirà una maggiore efficienza del patrimonio comunale attraverso manutenzioni costanti di carattere idraulico ed elettrico, oltre ad alcuni interventi edili ed impiantistici. Ma l’obiettivo di questa partnership è anche quello di promuovere – attraverso la bellezza delle nostre fontane – una conoscenza diffusa di tutti i luoghi legati all’acqua, soprattutto sensibilizzando le nuove generazioni verso l’uso responsabile di una risorsa così preziosa. Il rapporto di Monza con l’acqua va oltre il Lambro. Anche le fontane, piccoli e grandi ”gioielli”, in alcuni casi poco conosciute, parlano di questo legame stretto e antico. Per questo investire sul loro funzionamento significa investire sull’identità della città oltre che sull’arredo urbano». Sono dodici le fontane inserite nel «piano di manutenzione»: via Turati («Urban Center»), largo Mazzini, via D’Annunzio, piazza Trento e Trieste (fontanile «La roggia»), via Arosio (giardini della Stazione), via Cortelonga, piazza Roma (fontana dell’Arengario), via Gaslini, viale Sicilia, piazza Bonatti, piazza Indipendenza e via Luca della Robbia. L’appalto prevede l’esecuzione di tutti gli interventi di manutenzione idraulica ordinaria e straordinaria, compresa la sostituzione dei meccanismi guasti – dalle pompe agli ugelli, dai filtri alle guarnizioni- e la verifica della «tenuta» idrica delle strutture. È prevista la pulizia e la bonifica periodica delle vasche, delle griglie, dei filtri, dei pozzetti e degli ugelli, la manutenzione programmata degli impianti elettrici e la somministrazione dei prodotti antialghe e anticalcare. Le attività di gestione comprendono, inoltre, la rimozione di foglie secche, cartacce, lattine, bottiglie, sacchetti di plastica e tutto ciò che viene gettato nelle vasche e il controllo del regolare funzionamento attraverso sopralluoghi periodici presso ogni fontana. In caso di segnalazioni o richieste urgenti una squadra di tecnici interverrà entro tre ore. L’investimento complessivo è di 43.920 euro per due anni: 21.960 euro per il 2021 e la stessa cifra per l’opzione di rinnovo per il 2022. “Quest’accordo sottolinea la volontà di collaborare con gli enti locali, mettendo a disposizione il know how dell’azienda per rendere ai soci un nuovo servizio, complementare alla nostra mission aziendale. Se riusciamo a garantire costi calmierati ed economie di scala lo dobbiamo proprio al ruolo che rivestiamo di gestori dell’acqua sull’intero territorio brianzolo”, aggiunge Enrico Boerci Presidente e Amministratore Delegato di BrianzAcque.«L’affidamento “in house” – spiega Simone Villa – è conveniente perché Brianzacque beneficia di economie di scala connesse al proprio ruolo territoriale e riesce a garantire un servizio di qualità a costi sensibilmente inferiori rispetto a quelli medi di mercato cui potrebbe accedere il comune di Monza procedendo autonomamente».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here