L’ambasciatore Luca Attanasio, figlio prodigio della Brianza, ucciso in Congo con un carabiniere

0
125

Aveva 43 anni e una carriera fulgida e incredibile già alle spalle Luca Attanasio, ambasciatore italiano in Congo, originario di Limbiate, ucciso in un agguato insieme al carabiniere trentenne Vittorio Iacovacci e all’autista del convoglio. Un commando armato ha colpito il convoglio delle Nazioni Unite a Goma, nella parte orientale del Paese, secondo un portavoce del National Park Virunga potrebbe essersi trattato di un tentativo di rapimento, ma le circostanze non sono ancora note. Luca Attanasio, che era in Congo dal 2017, era sposato da cinque anni con Zaika Seddiki, fondatrice e presidente dell’associazione umanitaria “Mama Sofia” che ogni anno salva la vita a centinaia di bambini nelle aree più povere del Paese e aveva tre figli. Attanasio, che era nato a Limbiate e aveva studiato al Liceo Maiorana di Desio sognava sin da piccolo la carriera diplomatica, ma era rimasto molto legato alla città e alla Brianza. Dopo la laurea con lode all’Università Commerciale Luigi Bocconi e diverse esperienze nelle ambasciate in Svizzera, in Marocco e in Nigeria, era stato messo a capo della missione a Kinshasa, nel Congo, dove stava portando a termine numerosi progetti umanitari al fianco dei circa mille cittadini italiani attualmente residenti nel Paese del Centro Africa. Nel 2020 aveva ricevuto il Premio Internazionale Nassiriya per la Pace “per il suo impegno volto alla salvaguardia della pace tra i popoli” e “per aver contribuito alla realizzazione di importanti progetti umanitari distinguendosi per l’altruismo, la dedizione e lo spirito di servizio a sostegno delle persone in difficoltà”. La Regione Lombardia e molti amici brianzoli tra cui Fabrizio Sala, ex vicepresidente, si sono stretti intorno alla famiglia di Luca che vive a Limbiate e alla quale egli stesso spesso tornava. «Luca era il nostro orgoglio – ha detto il sindaco e amico Antonio Romeo – era un ragazzo semplice e pieno di energie, insomma una brava persona e la notizia ci ha sconvolto, il mio pensiero va alle sue tre bimbe e alla moglie».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here