La Villa Reale riparte con la magia

0
110

Un concerto unico dominato dai colori e dalle emozioni che le quattro,  anzi otto stagioni sanno dare in un dialogo tra la musica splendida di Antonio Vivaldi e quella raffinata e ammaliante di Astor Piazzolla. E prima di iniziare un omaggio video alla divina Carla Fracci. Così l’Orchestra da Camera del Teatro alla Scala ha regalato magia ai 450 spettatori che sono riusciti ad accedere gratuitamente al Cortile d’onore della Villa Reale per il concerto di riapertura sabato sera 29 maggio. Grande regista dei suoni il primo violino Agnese Ferraro che ha diretto l’orchestra.  Uno spettacolo nello spettacolo quello delle luci e dei suoni che hanno incorniciato la dimora del Piermarini che dopo la chiusura dovuta alla Pandemia  è tornata ad aprirsi al pubblico. “Voglio dedicare questa serata a chi non ce l’ha fatta, a chi ancora lotta contro il virus e a tutti coloro che lavorano nel vicino ospedale perché sia una consolazione è una speranza di ripartire davvero”. Da domenica per quattro giorni sono in programma visite gratuite, con installazioni musicali e artistiche, ai piani nobili della Reggia tante sorprese:”abbiamo aperto delle casse chiuse da dieci anni e trovato dei tesori di suppellettili e ceramiche, in questi giorni si vedranno mobili dell’epoca savoiarda restaurati e tanto altro” ha spiegato Giuseppe Di Stefano direttore del Consorzio. Della Villa Reale e del Parco. E il futuro? Sarà splendente “Una grande scuola di alta formazione artistica e culturale sorgerà all’interno e poi speriamo la casa degli atleti di Milano-Corrina 2026” ha promesso Fabrizio Sala assessore regionale all’Istruzione, ricerca e digitalizzazione. “Una grande emozione  tornare qui dal vivo e credo che il futuro della nostra Villa sarà  fulgido come questa serata” ha aggiunto il sindaco di Monza Dario Allevi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here