La settimana del Donacibo arriva nelle scuole di Sesto

0
417

SESTO SAN GIOVANNI – Aiutare ed educare. L’obiettivo è ambizioso, duplice ma quantomai concreto e degno di menzione. Con la settimana del Donacibo si possono aiutare le persone più bisognose, offrendo loro prodotti alimentari e si possono educare bambini e ragazzini alla solidarietà, insegnando loro l’importanza di aiutare il prossimo e di valorizzare nel migliore dei modi cose – apparentemente scontate – come il cibo che si consuma abitualmente a pranzo e cena.

E così approda anche a Sesto San Giovanni l’esperienza della” Settimana del Donacibo”, che vedrà coinvolte le scuole secondarie di primo grado Breda e Forlanini. Dopo aver ascoltato la testimonianza di alcuni volontari, nella settimana dal 24 al 29 marzo, i ragazzi delle scuole medie saranno chiamati a fare una esperienza concreta di condivisione, portando a scuola generi alimentari non deperibili. Il gesto è proposto dalla Federazione Nazionale Banchi di solidarietà. Quanto raccolto verrà poi distribuito, attraverso la rete dei Banchi di solidarietà, alle persone bisognose di ciascuna zona.

Si tratta di un gesto semplice , possibile per chiunque,che non ha la pretesa di risolvere i problemi ma di condurre i ragazzi alla scoperta che facendo il possibile per rispondere ad un bisogno si condivide la vita, ci si scopre compagni di qualcuno; solo un segno di condivisione può aiutare l’uomo e può aiutare i nostri ragazzi. Attraverso iniziative come questa che promuovono la cultura del dono, in una realtà in cui prevale spesso l’individualismo e in cui si dà per scontato ciò che si ha, si può educare alla responsabilità verso se stessi, verso gli altri, verso le cose. E’ proponendo un gesto semplice ma significativo che si educa, poiché imparare è un’esperienza.

Donacibo è una iniziativa permanente che si svolge, ogni anno dal 2007, su tutto il territorio nazionale ed è coordinata dalla Federazione Nazionale Banchi di Solidarietà presso le scuole di ogni ordine e grado. L’iniziativa intende educare i giovani alla solidarietà, riflettendo su problemi quali povertà ed indigenza, promuovere il cambio di atteggiamento nei confronti dello spreco di cibo e, soprattutto, promuovere la cultura del “dono” riconoscendo che tutto ci è dato e che la vita stessa è un dono. Si svolge nel periodo pre-pasquale e dura un’intera settimana: ogni giorno il gesto del dono si ripete con un tipo di prodotto alimentare diverso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here