La Città della salute divide la Lega Nord…

0
384

SESTO SAN GIOVANNI –  Se l’obiettivo era quello di accedere una polemica, la missione è stata pienamente compiuta. Nei giorni scorsi, la Lega Nord ha tappezzato la città con una serie di manifesti in cui chiede espressamente di tagliare i fondi per la costruzione della Città della Salute e della Ricerca di cui è prevista la realizzazione nelle aree della ex Falck. Un’iniziativa curiosa, dal momento che proprio il governatore leghista Maroni ha più volte ribadito l’impegno di Regione Lombardia per la realizzazione del nuovo polo medico scientifico sestese.

La replica della maggioranza di centrosinistra non s’è fatta attendere troppo. Secondo il Sindaco Monica Chittò “Colpisce che una forza politica cittadina si scagli contro la costruzione di una struttura d’eccellenza che rilancia la nostra città. E’ chiaro a tutti che il lavoro nel nostro paese non può decollare se non s’investe in ricerca e nuove tecnologie. Ogni posto per la ricerca crea 5 posti di lavoro, il Presidente della Regione Maroni sostiene il progetto della Città della Salute e Ricerca perché come me è convinto che questa struttura ha un valore per la cura ma anche per dare  occupazione qualificata ai nostri giovani. Ho chiesto al Presidente Maroni la conferma del suo impegno ad andare avanti nei lavori di realizzazione di questo nuovo centro e la smentita di questa presa di posizione della Lega Nord locale”.

La Federazione della Sinistra definisce “non accettabile” la proposte dei lumbrd. “È paradossale che una sedicente sezione della Lega Nord di Sesto San Giovanni proponga di tagliare un investimento pubblico di questa rilevanza che è nell’interesse dei cittadini di Sesto e dell’intera area metropolitana. Salvo che la Lega, che ha sostenuto la precedente giunta  regionale di Formigoni travolta dagli scandali principalmente in campo sanitario privato, voglia continuare a compiacere i poteri forti degli investimenti privati in sanità nel nostro territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here