Jazz siciliano al Manzoni da Manhattan a Cefalù

0
65

Torna a farci sognare Santi Scarcella, ad accompagnarlo in trio una ritmica di eccezione con Cristiano Micalizzi alla batteria e Francesco Luzzio al basso. Special guest, tra i migliori jazzisti della scena internazionale, Stefano Di Battista che interverrà amplificando le emozioni con il suo sax dal suono inconfondibile.Il progetto “Da Manhattan a Cefalù”, estremamente articolato, è arrivato fino alla Uconn University americana che ha approvato la profonda ricerca di Scarcella, partito dai canti di lavoro siciliani, messi a confronto con il blues americano, dove il prof. Scarcella è stato invitato a realizzare concerti e Masterclass. Santi Scarcella è certezza di qualità, premiato più volte come eccellenza Italiana. Vanta importanti collaborazioni tra cui citiamo Joe Lovano, Israel Varela, Steve Reich, Scott Reeves, Kamal Musallam, Stefano Di Battista, Giorgio Rosciglione, Marisa Laurito, Giovanni Baglioni, Andrea Mingardi e molti altri. Lo scorso anno ha ottenuto un gran successo presso il Teatro antico di Taormina, in uno scenario mozzafiato, incantando il pubblico. Diversi gli spazi che lo hanno ospitato in questi anni, dal Blue Note di Milano, al Parco della Musica di Roma, al Sicily Jazz Festival di Palermo, l’anfiteatro catanese di Zafferana, la piazza di San Giovanni al primo Maggio, la piazza di Trieste. Si è inoltre esibito a Malta, in Germania e nei Jazz Club di New York. E’ il compositore che ha firmato il documentario per il Ministero degli esteri “Il Cinema parla italiano” in onda su tutte le reti RAI, presente negli istituti di cultura di tutto il mondo.

Con il suo “Jazz Siciliano” dal respiro internazionale, Scarcella è pronto a fare piroette con le mani sul pianoforte e a rendere il suo show sempre più coinvolgente, con quell’aspetto teatrale tutto del Sud, non tralasciando mai tematiche quali emigrazione, lavoro e integrazione. Il pianoforte è offerto dalla Yamaha che da anni supporta l’attività dell’artista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here