Iter, le pratiche in Provincia di Monza si fanno con una app

0
182

MONZA – La Provincia ha inaugurato oggi ITER, un applicativo informatico innovativo, grazie al quale gli utenti – cittadini, imprese, professionisti, associazioni, Comuni e altri Enti – potranno essere informati via web sullo stato delle loro richieste presentate alla Provincia. Il progetto è stato interamente realizzato in house, senza costi aggiuntivi per l’Ente e con l’esclusivo impiego delle qualificate risorse umane interne.

ITER, a cosa serve: attraverso ITER – al quale si accederà con un semplice link anche direttamente dalla homepage del sito www.provincia.mb.it – sarà possibile conoscere in ogni momento lo stato della propria pratica, il responsabile del procedimento e i tempi di conclusione previsti.

ITER, come funziona: dopo aver ricevuto la richiesta da parte dell’utente, I’operatore della Provincia la inserirà nell’applicativo ITER, il quale in automatico – con una semplice email – comunicherà all’interessato informazioni utili circa le fasi del procedimento già completate, i contatti dei funzionari che se ne stanno occupando, i tempi previsti per il disbrigo, eventuali riferimenti normativi, oltre alle credenziali per accedere dall’esterno alla piattaforma informatica.
Una successiva email automatica informerà quindi sulla avvenuta conclusione del procedimento e sulla disponibilità del documento richiesto.

ITER, i vantaggi: per la fase di progettazione e realizzazione ITER ha richiesto un ingente sforzo interno, in tema di revisione ed efficientamento di tutti i procedimenti in capo all’Ente: sono stati 104 quelli mappati e 39 quelli già inseriti e attualmente disponibili (in allegato l’elenco completo).
Da una parte, pertanto, l’Ente ne trarrà un importante beneficio in termini di efficacia e di razionalizzazione complessiva delle risorse, mentre agli utenti verrà offerto un servizio ulteriormente migliorato, grazie alla certezza dei tempi, al controllo e alla conoscenza dei flussi amministrativi.
Infine la disponibilità dei dati in formato elettronico faciliterà l’attuazione dell’Open Government in tema di accesso, interscambio e fruibilità.

ITER, chi lo gestisce: il progetto – nell’ottica di un costante miglioramento in tema di semplificazione, efficienza e trasparenza – ha richiesto uno straordinario impegno, durato oltre un anno: il team è stato individuato dal Direttore Generale, Giuseppe Mele ed è stato coordinato dall’Ing. Salvatore Cusumano dei Sistemi Informativi per la realizzazione tecnologica e la fase di test, insieme ai 4 Settori Pilota individuati: Patrimonio, Avvocatura (per il trasporto), Ambiente (limitatamente a Caccia e Pesca) e Territorio (solo per le autorizzazioni paesaggistiche).

ITER, l’immediato futuro: il progetto proseguirà nel 2014 con l’inclusione dei Settori e/o dei procedimenti non ancora inseriti (Ambiente, Agricoltura, Welfare e Territorio); inoltre il software sarà ulteriormente sviluppato per essere integrato con altri applicativi in uso nell’Ente (Protocollo, Sintesi ecc.) e aperto agli utenti anche nella fase di compilazione/spedizione delle richieste.
Infine verrà realizzato un sistema di monitoraggio per l’analisi dei tempi procedimentali per un’ulteriore razionalizzazione dell’organizzazione di lavoro.

La Provincia – dopo aver riscontrato l’elevato interesse e l’assoluta originalità del progetto – intende mettere il software a disposizione delle altre PA attraverso la Banca del Riuso: le altre 109 Province e i Comuni italiani potrebbero essere interessati alla soluzione, unica per caratterizzazione. Lo stesso vale per i 55 Comuni MB, anche ai fini di fornire l’assistenza tecnico-amministrativa prevista dall’art. 1, comma 85, della Legge Delrio n. 56/2014.

 

Scheda: elenco dei procedimenti attualmente disponibili su ITER
– autorizzazione e o nulla osta per competizioni sportive su strada;
– autorizzazione e/o nulla osta per transito trasporti eccezionali;
– autorizzazione per installazione imp.pubbl, insegne esercizio, segnaletica lungo ed in vista SP;
– autorizzazione per la realizzazione di linee elettriche fino a 150 KW;
– concessione stradale per accessi a innesti e occupazioni definitive aree di sedime;
– concessione stradale per accessi ed occupazioni definitive;
– concessione stradale per accesso a strade provinciali per innesti e lottizzazioni;
– concessione stradale per accesso distributori e serbatoi carburante;
– concessione stradale per allacciamenti ed occupazione di aree provinciali con servizi di rete;
– concessione stradale per occupazione temporanea spazi provinciali;
– concessione stradale per opere viabilistiche e di urbanizzazione;
– concessione stradale per reti di telecomunicazione;
– nulla osta per imp.pubbl., insegne e segn. ind. su strade prov.;
– nulla osta o pareri per concessioni stradali;
– autorizzazioni paesaggistiche;
– autorizzazione all’esercizio dell’attività di scuola nautica;
– autorizzazione per confermare il “titolo all’impiego” di autobus in servizio pubblico di linea;
– autorizzazione per l’alienazione di autobus adibiti al servizio pubblico di linea;
– autorizzazione per l’estensione d’uso;
– autorizzazione per l’utilizzo di autobus in servizio pubblico di linea;
– autorizzazione utilizzo autobus di linea, in servizio di noleggio con conducente;
– autorizzazioni all’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto;
– autorizzazioni all’esercizio dell’attività di revisione veicoli;
– iscrizioni albo autotrasportatori di merci per conto di terzi;
– licenze per il trasporto merci per conto proprio;
– modifica del programma di esercizio di autolinee;
– segnalazione certificata inizio attività di autoscuola e/o centro d’istruzione automobilistica;
– variazioni albo Autotrasportatori di merci per conto di terzi;
– autorizzazione per lo svolgimento di gare di pesca;
– autorizzazione all’esercizio della caccia da appostamento fisso;
– autorizzazione per allevamenti di fauna selvatica autoctona;
– autorizzazione per addestramento, allenamento e gare cani da caccia;
– autorizzazione per l’attuazione dei piani di controllo numerico della fauna invasiva;
– autorizzazione per l’immissione di selvaggina per ripopolamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here