Incendiò il suo appartamento, chiede asilo in cella e lo ottiene

0
155

Una disattenzione, o forse un gesto volontario quello che lo scorso 12 gennaio, aveva reso inagibili ben quattro appartamenti nel Palazzo dei Cigni del complesso Edilnord di via Volturno a Brugherio. A provocare il rogo un diciottenne rumeno residente in un appartamento insieme alla mamma che era assente, già seguito dalle strutture psicosociali per problemi mentali, che aveva gettato una sigaretta accesa in un armadio. Un gesto folle seguito forse ad una lite con la donna che ha costretto, questa mattina, i carabinieri a fermarlo per incendio doloso e poi rilasciarlo. Il fatto è che in questo periodo il giovane sottoposto all’obbligo di firma, aveva mostrato un certo malcontento e quindi si è presentato in caserma facendo una strana richiesta. «Visto che non ho i soldi nemmeno per andare al cinema e la mia casa è inagibile, forse è meglio portarmi in carcere, così evito di fare ancora danni se resto in giro», avrebbe ammesso. A quel punto la sua richiesta è stata valutata dal magistrato che lo ha accontentato. Adesso è in carcere a Monza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here