In Lombardia mai più mamme sole durante il parto

0
188

Mai più donne sole durante il parto. La proposta di tornare a far accedere i papà in sala parto è del consigliere regionale della Lega Alessandro Corbetta che ha presentato un’interrogazione alla Moratti.  “Il Covid – spiega Corbetta – ci ha costretti, per lunghi mesi, a modificare la nostra esistenza e a rinunciare alla normalità, per contenere il contagio e salvare vite umane. Oggi, tuttavia, siamo in una nuova fase, grazie ai vaccini, alle maggiori conoscenze della malattia, alla facilità di reperimento dei tamponi e alle misure di sicurezza adottate. È pertanto non solo impensabile, ma anche deleterio, impedire alle persone di vivere momenti fondamentali della propria vita, come la nascita di un figlio”. Una proposta che nasce dai post di protesta delle mamme e dei papà sui social ma anche dalla certezza che secondo l’OMS il benessere del piccolo deriva dalla presenza dei genitori nei momenti del travaglio e del parto. “È comprensibile – sottolinea Corbetta – che nei primi mesi del 2020, di fronte allo scoppio dell’emergenza, fossero state adottate misure così restrittive. È assurdo tuttavia che ancora oggi, con la campagna vaccinale in fase avanzatissima in Lombardia e con tutte le nuove conoscenze e misure di sicurezza anti-contagio adottate, alcune strutture sanitarie ancora scelgano di lasciare fuori i padri. Occorre prendere esempio da quegli ospedali che garantiscono la presenza del partner in tutte le fasi del parto e dare un indirizzo chiaro e uniforme ai vari punti nascita della Lombardia”.Per questi motivi, Corbetta ha promosso l’interrogazione che chiede di fornire disposizione univoche a tutte le strutture sanitarie, “al fine di favorire l’accesso del padre o di un accompagnatore durante il parto e nei giorni immediatamente successivi, presentando la Certificazione Verde Covid-19, usufruendo di tamponi rapidi, utilizzando correttamente i dispositivi di protezione individuale e osservando scrupolosamente le regole anticontagio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here