Il sessantesimo terrorista espulso in Italia era in Brianza

0
261

Da operaio tuniniso con regolare permesso di soggiorno, prima sposato e poi separato da una moglie italiana e con figli cristiani, come tanti residente in Brianza, si era trasformato in accanito seguace dei terroristi dell’Isis e aveva legato con un foreign fighter vero e proprio. Ma quel che è peggio, ultimamente minacciava di farsi saltare in aria con la ex moglie per colpire il suo essere occidentale. Per questo ieri, 24 novembre, è scattato il blitz della polizia e dei servizi segreti che hanno arrestato e immediatamente espulso a Carnate Kamel Ben Amida, tunisino di 38 anni. Oggi pomeriggio un aereo lo porterà a Tunisi per essere consegnato alle autorità locali. Ben Hamida potrebbe anche non essere il solo ad essere stato prelevato e portato negli uffici dei Servizi, per controlli e verifiche, in queste ore, dal territorio della Brianza. «Con questa le espulsioni degli ultimi giorni salgono a sessanta», ha commentato soddisfatto il ministro Angelino Alfano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here