Il Ponte al Castello di Petroia in Umbria

0
559

Gli alberi di ulivo decorano la tenuta del Castello di Petroia (PG), che poi si estende per 300 ettari abbracciando boschi e pascoli, a partire dalla collina che svetta sulla vecchia strada tra Gubbio e Perugia, nel paesaggio immaginato e dipinto da pittori del Rinascimento. Hanno già dato i loro frutti e adesso l’olio nuovo, appena spremuto, arricchisce le tavole del maniero millenario in cui nacque Federico da Montefeltro, circondato dal tripudio di colori del foliage autunnale. È in occasione del Ponte di Ognissanti il periodo migliore per assaggiare l’olio extravergine di oliva DOP Umbria, ma anche per vivere l’esperienza di compiere un viaggio nel mondo medievale, e poi scoprire le meraviglie del firmamento, approfittando del privilegio di essere in un luogo in cui l’inquinamento luminoso non esiste. Si comincia giovedì 1° novembre 2018 con il banchetto e festa medievale “Ritorno a Petroia”. Gli ospiti diventano i commensali di una cena storica, a base di ricette del XIV e XV secolo, nella suggestiva Sala degli Accomandugi, le cui antiche mura sono illuminate dalle candele, mentre l’attore e poeta Giuseppe Brizi racconta e lascia rivivere storie, immagini e suoni dei secoli passati. Il prezzo dell’evento è di 50 euro a persona. Il 2 novembre, dalle 18.00, si partecipa ad una degustazione gratuita dell’olio nuovo di Petroia con Gabriele Di Zacomo, che propone abbinamenti con vari cibi, tra cui la bruschetta umbra, e racconta la storia e le caratteristiche dell’oro verde della regione. Sabato 3 novembre il viaggio continua nel cosmo, con gli esperti di Astronomitaly, che invitano gli ospiti a bordo di una navicella spaziale per esplorare, grazie ad un evoluto software di ricostruzione astronomica, la terra, la luna, i pianeti del sistema solare, la via lattea e le galassie, fino ai pianeti extra solari. Si comincia alle 18.00, poi alle 20.00 c’è la “cena stellare” nel Salone Guidobaldo con menu a tema preparato dallo Chef Walter Passeri: sole di carciofi con salsa d’uovo, mezzelune con pomodoro leggero e rugiada di clorofilla, stelle di cinta senese su fonduta di pecorino di Pienza e pere al Sagrantino, nuvola galleggiante in mare di crema inglese e detriti di nocciola. Al termine della cena, dalle 22.00, si passa alla vera e propria osservazione astronomica nella piazza del maniero. D’altronde il Castello di Petroia può vantare uno dei cieli più belli d’Italia certificati. Il viaggio nel cosmo, compresa la cena e l’osservazione astronomica è al prezzo di 50 euro a persona. Ma le persone che vogliono soggiornare al Castello dal 31 ottobre al 4 novembre possono approfittare dell’offerta di 3 o 4 notti che include i 3 eventi compresi di cene speciali e la colazione. Il prezzo è da 309 euro a persona per 3 notti. La sera del 31 ottobre e del 2 novembre il ristorante del Castello rimarrà aperto con menu alla carta. Info Tel. 075 920287  http://www.petroia.it/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here