Il Monza vince ma la differenza reti la condanna alla B

0
239

Partita da guerrieri quella giocata dai Bagai che nonostante il 2-0 rifilato al Cittadella vengono eliminati per colpa del nefasto risultato subito nella partita di andata, sicuramente se avessero giocato con la stessa voglia della partita di ritorno non sarebbe mai finita così.
Primo tempo in cui le due squadre si sono studiate attentamente e non hanno creato grandi occasioni, fatta eccezione qualche giocata purtroppo in solitaria provata da Colpani (teniamo questo ragazzo sott’occhio, se continua in questo modo senza dubbio avrà un futuro interessante), Carlos Augusto (terzini sinistri che sappiano crossare il pallone come lui si vedono poco anche ad alti livelli europei) e Dany Mota Carvalho. I biancorossi però hanno tenuto tanto il pallino del gioco, peccato che sia stato un possesso palla fin troppo orizzontale.
Nel secondo tempo i ragazzi allenati da Brocchi sono scesi con più sicurezza delle proprie capacità, non appunto al 58esimo Balotelli apre le danze dopo aver battuto Kastrati grazie ad un assist “al bacio” di Carlos Augusto. I Brianzoli hanno provato in tutti i modi a segnare, non appunto il Mister inserisce tutta la tecnica che ha in panchina, ma le azioni più importanti arrivano purtroppo dai singoli, su questo trend arriva al 78esimo l’eurogoal di D’Alessandro che dalla sinistra si accentra e calcia dal limite, dopo aver dribblato qualche avversario, trovando l’angolino basso. Se nel secondo tempo è stato assedio monzese dal 78esimo in poi è stato di più, il Monza ha lottato anche con le unghie per quel sogno che si sarebbe potuto realizzare.
Meriti quest’anno i Bagai ne hanno avuti, purtroppo a costare certe partite è stata l’incapacità di fare squadra, affidandosi spesso alle azioni dei singoli.
Mi auguro che il prossimo anno sia meglio per la squadra del Monza ed i suoi tifosi, sperando che il prossimo sia l’anno adatto per salire nel massimo campionato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here