«Grazie agli agenti che faranno vivere un Natale sereno»

0
682

È senza dubbio Anis Amri, l’attentatore di Berlino, l’uomo di colore freddato questa notte in piazzaI Maggio a Sesto. Lo ha confermato il Ministro dell’Interno Minniti che ha raccontato la dinamica dell’uccisione. Tutto è accaduto alle 3.15. Anis Amri che in tasca aveva alcuni biglietti delle ferrovie francesi era appena arrivato in treno da Milano a Sesto San Giovanni quando la pattiglia della Polizia di Stato era arrivata sul posto. Gli agenti Luca Scatà e Christian Movio lo hanno bloccato per un controllo quando Amri ha esploso un colpo di pistola ferendo l’agente Movio, 35 anni. A quel punto Scatà, 29 anni, originario della Sicilia e in servizio a Sesto da sei mesi ha sparato e ha ucciso l’attentatore. A ricnoscerlo è stata la Polizia scientifica che è arrivata subito dopo sul posto. Movio è stato traferito all’ospedale San Gerstrdo di Monza, non è in pericolo di vita. «Ho potuto parlarci è una persona meravigliosa e molto motivata – ha detto il Ministro Minniti – un plauso ad entrambi questi agenti che hanno permesso agli italiani di trascorrere un Natale più sereno». Intanto sulla pagina facebook di Scatà sono comparse decine e decine di commenti positivi e congratulazioni. Numerosi i commenti all’operazione da parte delle forze politiche cittadine. Per quanto riguarda l’indagine è la Procura di Monza a procedere inizialmente insieme all’antiterrorismo. Bisognerà capire come Amri sia arrivato sin qui superando i controlli, e se quella pistola che ha usato questa notte è la stessa con cui aveva minacciato il camionista polacco che partito da Cinisello è stato poi ucciso per utilizzare il mezzo come proiettile contro il mercatino Natalizio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here