Giornata mondiale della Poesia dedicata a Caproni

0
359

di IRIDE ENZA FUNARI

La Casa della Poesia di Monza dedica la Giornata mondiale della poesia al poeta Giorgio Caproni (Livorno 7 gennaio 1912 – Roma 22 gennaio 1990) nel trentesimo anniversario della sua morte. L’evento di Sabato 21 Marzo, alle ore 17, in Villa Reale a Monza, si colloca nel “Salotto Letterario Regina Margherita” della IX Edizione del Mirabello Cultura, prestigiosa rassegna di eventi culturali organizzata da La Casa della Poesia, nata a Monza il 21 Marzo del 2012, che ha come finalità quella di mantenere alto il valore della Poesia, instituibile veicolo di espressione, strumento di pace e di dialogo. In questa prestigiosa sede, verrà realizzato un reading, per rendere omaggio ad uno dei più grandi poeti italiani del Novecento. In molti hanno già aderito all’iniziativa, i poeti, che reciteranno una propria lirica, sono: Marina Masotti, Valentina Olivi, Gianpiera Sironi, Giovanni Gastel, Giovanna Cimino, Osvaldo Martani, Anna Bani, Carla Abenante, Anna Maria Gallo, Anna Vercesi, Anna Farina, Marilena Guarnieri. Inoltre il reading si avvale della partecipazione straordinaria dell’Associazione Libera di Monza e Brianza. Il Presidente Valerio D’ippolito e altri rappresentanti di Libera leggeranno alcuni testi di Rocco Mangiardi, l’imprenditore che ha sfidato la ‘ndrangheta, poeta e Testimone di Giustizia. La Presidente de La Casa della Poesia, Antonetta Carrabs, ha voluto sottolineare il significato di questa partecipazione, che: “consentirà di riflettere sull’importante contributo che la poesia può fornire come strumento di ‘resistenza’ contro ogni forma di illegalità e sopruso e come testimonianza di forte impegno civile”.

Il pomeriggio si aprirà con l’intervento della Vice Presidente de La Casa della Poesia, Elisabetta Motta, che introdurrà criticamente Giorgio Caproni, mettendone in luce i tratti umani, delineando in breve il suo percorso letterario, in relazione ai luoghi (Livorno, Genova, poi Roma), le donne, la guerra e agli sviluppi della sua poesia all’interno delle sue raccolte poetiche.

Seguirà la lettura di alcuni componimenti particolarmente significativi della sua produzione, affidata ad Antonetta Carrabs, che declamerà i versi del poeta dedicati alla madre, a Genova “città verticale”, all’assenza di Dio “(Furto), all’ambiente (Versicoli quasi ecologici). Versi, quelli di Caproni, caratterizzati da una musicalità solo apparentemente semplice (il poeta era dotato di un notevole orecchio musicale, essendo anche violinista), da un grande libertà espressiva, costruita però su una considerevole conoscenza delle forme tradizionali e nutrita di rimandi danteschi e stilnovistici, i suoi versi costituiscono un’occasione di continua ricerca intorno al senso del destino dell’uomo e alle grandi questioni del nostro tempo.

Per poter partecipare è gradita l’iscrizione inviando una mail a: segreteria@lacasadellapoesiadimonza.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here