Ponti: “Scellerato aprire la Pedemontana senza riqualificare la Milano-Meda”

0
262

“Pensare di inaugurare la tratta B1 di Pedemontana senza prima avere messo in sicurezza la Milano-Meda nel tratto brianzolo è un’operazione da non fare: la congestione del traffico generata metterebbe a rischio la sicurezza dei tanti automobilisti che percorrono quotidianamente questa strada”.

E’ questo l’allarme del Presidente della Provincia MB, Gigi Ponti, dopo aver partecipato al Forum organizzato questa mattina a Monza sul futuro della Pedemontana: durante l’incontro l’Assessore regionale Alessandro Sorte ha annunciato l’apertura della tratta B1 di Pedemontana per i primi giorni di novembre, senza però rispondere all’appello più volte lanciato dalla Provincia MB in merito alla condizioni ammalorate della Milano-Meda nel tratto di 9,5 km compreso tra Lentate sul Seveso e Varedo.

“Sulla Milano-Meda servono lavori urgenti che non sta facendo nessuno – ribadisce Ponti – serve tagliare l’erba subito, serve rifare il manto stradale almeno per 15.000 mq, serve ripristinare le minime condizioni di sicurezza. Ho chiesto più volte a Regione di prendersi in carico questi interventi, sapendo che il contratto siglato obbligava Pedemontana a farlo fin da gennaio 2015: si tratta di impegni contrattuali non onorati”.

“Stiamo parlando di lavori indispensabili per circa un milione di euro – ricorda il Presedente – che certo non possono essere individuati nei finanziamenti regionali cui Sorte ha fatto riferimento: è tempo che ciascuno si assuma le proprie responsabilità, senza deroghe”.

L’allarme del Presidente, già condiviso mesi fa con i Sindaci della Brianza, non ha ricevuto ad oggi un’adeguata risposta per ora inascoltato: questa mattina ha ottenuto dall’Assessore Alessandro Sorte la promessa di un nuovo incontro del Collegio di Vigilanza, ma il tempo passa e la Milano-Meda è ancora una strada senza manutenzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here