Fondo solidarietà, raccolti a Sesto 104mila euro

0
240

SESTO SAN GIOVANNI – E’ stata pubblicata la graduatoria delle domande per accedere al Fondo di Solidarietà per il Lavoro, nato per dare un primo sostegno ai lavoratori residenti a Sesto San Giovanni, con ISEE non superiore a 18.000 euro annui, che hanno perso il lavoro, oppure in cassa integrazione o che, titolari di partita IVA, abbiano perso il committente dal quale derivava almeno il 70% del fatturato.

Con uno stanziamento di 100.000 euro da parte dell’Amministrazione comunale, integrato da circa 4000 euro grazie a contributi di cittadini, alle iniziative di associazioni del territorio e alla cena di solidarietà organizzata dall’Amministrazione presso il Centro cottura del Comune, il Fondo di solidarietà aveva l’obiettivo di portare un primo aiuto a quei lavoratori (dipendenti o autonomi) entrati in difficoltà a seguito della perdita del posto di lavoro o di parte consistente del fatturato.

Sono state 188 le domande presentate e 128 quelle accolte, di cui 99 sono state finanziate, per una media di fondi erogata di 1047 euro a testa. Questi fondi sono legati alla presentazione di fatture o di bollette ancora da onorare da parte dei lavoratori in difficoltà.

“Sappiamo – ha dichiarato l’Assessore al Lavoro Virginia Montrasio – che queste misure non risolvono un problema ben più grande, soprattutto durante una dura e lunga crisi economica che ha messo in ginocchio molte famiglie. Abbiamo però voluto contribuire a limitare gli effetti più immediati, aiutando le famiglie a pagare bollette e utenze che non potevano più permettersi di onorare“.

“Era la prima volta – ha proseguito l’Assessore alle Politiche Sociali Roberta Perego – che davamo avvio ad un percorso di questo tipo, con l’obiettivo di intercettare il bisogno di persone non già sostenute dai consueti canali del Comune o del privato sociale, e abbiamo dovuto studiare da zero modalità di accesso e criteri di selezione. Ringrazio per questo gli uffici dell’Assessorato che hanno lavorato lungamente per arrivare a questo risultato. Insieme all’ISEE istantaneo, che permette di fotografare la situazione reddituale di una famiglia nel momento esatto della richiesta, lo strumento del Fondo di Solidarietà è un primo tentativo di rispondere alla crisi, ben sapendo però che solo politiche diverse a livello nazionale potranno ridare fiato ad una fascia di persone in estrema difficoltà“.

Per consultare la graduatoria CLICCA QUI oppure collegati al sito web www.sestosg.net.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here