Finanza in Comune a Brugherio per il Piano del Centro

0
1082

La Guardia di Finanza si è presentata mercoledì scorso in Comune a Brugherio, a seguito di una visita anche della Procura di Monza, per sequestrare la documentazione relativa al Piano del Centro di Brugherio. Una notizia confermata ufficiosamente che ha gettato nello scompiglio il mondo politico cittadino che si prepara al voto del 10 giugno. il sindaco Marco Troiano si è detto sereno e come sempre ha difeso le sue scelte. La Procura ha aperto un fascicolo per cercare di capire meglio come si è svolta la compravendita di Maria Bambina in seguito agli esposti presentati alcuni mesi fa dalle forze di opposizione.
Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Non ho nessun dubbio su come finirà questa vicenda, ed è per questo che la scorsa settimana ho invitato nuovamente i Revisori dei Conti a relazionare al futuro nuovo Sindaco per permettere di prendere gli opportuni atti. Non ho nemmeno dubbi che gli elettori sapranno scegliere chi da sempre è dalla parte dell’ambiente e della legalità come il Movimento 5 Stelle e il suo candidato Sindaco Christian Canzi. La vicenda del Piano del Centro travolgerà l’amministrazione Troiano ed è l’inizio della fine per il PD brianzolo. Altrettanto grave è la situazione dell’assessore di Brugherio Bertoni che ha svolto incarichi per Brianzacque e Cap Holding in divieto di quanto stabilito dall’articolo 78 comma 5 del TUEL. Il Prefetto ha già dichiarato l’illegittimità del comportamento, ma ovviamente il Sindaco si è guardato bene dal prendere provvedimenti. Del resto il PD brianzolo ha una certa remora a prendere iniziative in presenza di fatti gravi ed evidenti. Il vice-presidente dell’ATO è di Brugherio come la vice presidente di Brianzacque che gestisce il servizio idrico in Provincia. In Brianzacque il Presidente si è preso lo stipendio di direttore generale senza dichiararlo a Bilancio e con selezioni pubbliche da cui a detta del GIP del Tribunale di Monza “emergono sospetti di irregolarità nella gestione della società Brianzacque”. Naturalmente nessuno vede e parla. E poi quando si parla di omertà si pensa sempre al Sud Italia. Qui siamo in Brianza e il PD non ha remore a ricandidare Troiano e probabilmente a riconfermare la squadra nella gestione del sistema idrico. Ho estrema fiducia nell’azione della magistratura monzese, come del resto testimoniato dalla recente inchiesta Domus Aurea, e sono certo che le denunce troveranno adeguata accoglienza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here