Fidapa Modoetia Corona Ferrea premia le eccellenze, commozione nel ricordo di Luca Attanasio

0
234

È stata una serata piena di emozioni quella vissuta, giovedì 9 giugno, allo Sporting Club di Monza, durante il tradizionale appuntamento dell’Award di Fidapa Modoetia Corona Ferrea alle eccellenze del territorio. Come sempre il sodalizio al femminile ha scelto una rosa di personalità femminili e maschili di altissimo livello che operano in tanti settori. Un ricordo emozionante e toccante quello che ha aperto la cerimonia dedicato all’ambasciatore in Congo Luca Attanasio, originario di Limbiate, ucciso insieme al carabiniere Iacovacci nell’attentato del febbraio 2021 in Congo. A ricordarlo con una splendida poesia a lui dedicata la presidente Antonetta Carrabs e poi la famiglia di Luca presente all’evento: i genitori e la moglie Zakia Zeddiki che con lui ha creato la fondazione, Mama Sofia, per aiutare i bambini sfortunati nel Paese africano. «Luca era un ragazzo semplice, ma era anche un grande diplomatico e lo abbiamo scoperto dopo la sua morte: dovunque ha operato ha lasciato il segno», ha detto il padre.

Tanta emozione anche per gli altri premiati: Anna Del Freo, giornalista del Sole24Ore impegnata nei sindacati dedicati ai giornalisti e alle giornaliste anche a livello europeo: «Il giornalismo in questo Paese non è libero perché la crisi editoriale ha ridotto i giornalisti a schiavi e li ha impoveriti economicamente in maniera assurda», ha denunciato. Un premio alla capacità di imprenditrice brianzola doc e all’impegno nella Fondazione Verdi e in particolare nella promozione dell’Orchestra Sinfonica di Milano è stato consegnato ad Ambra Redaelli. Francesca Ripamonti, fotografa professionista impegnata in progetti sociali e nel potere olfattivo delle immagini, ha ricevuto il premio all’arte. Con lei anche Luciano Grella, stilista di alta moda delle dive del passato, Michele Sangineto, liutaio e musicista eccezionale di strumenti antichi che si è esibito in un cameo con il salterio. Declinati al sociale i riconoscimenti consegnati a Simona Ravera, psicologa e animatrice di AutAcademy, la realtà dedicata ai ragazzi autistici nella scuola agraria e non solo, Rosella Panzeri ex sindaco di Monza dedicata ai ragazzi più sfortunati da sempre, Renzo De Grandi, creatore di un’associazione dedicata alla ricerca sulla rara sindrome di Moebius (che porta a non avere espressioni in viso) che ha unito le forze di scienziati internazionali e ha fatto sì che anche in Italia si potesse essere operati e guarire, il notissimo scienziato Silvio Garattini che non era presente ma ha inviato un toccante messaggio ed è stato rappresentato sul palco dal grande Professor Giuseppe Masera, guru della lotta alla leucemia e monzese. Infine il premio allo sport è andato a Roberto Perego, storico allenatore di basket e formatore di tante generazioni di atleti monzesi alla Gerardiana e non solo. Lui era emozionatissimo ed è stato accompagnato sul palco dalla squadra dei juniores della Gerardiana colorati e allegri nelle loro divise rosse e bianche.

Presenti a consegnare i premi, ovvero il sigillo dell’antica città di Monza, un dipinto realizzato dall’artista Elisabetta Bodini socia Fidapa e una pergamena di ricordo, erano le madrine e socie Fidapa, insieme alle due presentatrici Laura Marinaro e Lorella Ridenti, l’attore Dario Merlini che ha letto i profili dei premiati e le autorità civili e militari della città. Un particolare ringraziamento agli sponsor dell’evento: Moditech S.r.l., SVEDAL S.n.c di Masperi S&C, Farmacia Negri e l’Autofficina Cappuccilli Crescenzo e Vimercate Energie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here