Festa della musica anche a Cinisello

0
449

Ci sarà anche Cinisello Balsamo tra le città partecipanti alla Festa della Musica, la manifestazione promossa in Italia dal Mibact, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, che ha carattere internazionale e che è nata in Francia il 21 giugno 1982 e dal 1985, Anno Europeo della Musica si svolge in Europa e nel mondo. Tantissimi concerti di musica dal vivo si svolgono ogni anno, il 21 giugno, in tutte le città, principalmente all’aria aperta, con la partecipazione di musicisti di ogni livello e di ogni genere.  La Festa della Musica ha un carattere soprattutto spontaneo coinvolge enti locali, accademie, conservatori, scuole di musica, università. Ma anche solisti, cori, orchestre, gruppi e bande musicali, in una parola tutti coloro che fanno musica sia dal punto di vista professionale che amatoriale.  Per questa prima edizione, a Cinisello Balsamo saranno due gli appuntamenti dedicati alla musica che si svolgeranno in due serate. Martedì 21 giugno, alle ore 20.30, nella piazzetta Brunelleschi l’associazione Vi.Be presenterà il concerto “Suoniamo la città” con insegnanti e allievi della scuola”. Saranno ospiti anche alcuni allievi della Civica Scuola di Musica Salvatore Licitra. Sabato 25 giugno, alle ore 18, in Villa Forno (via Martinelli, 23) La biblioteca di Ateneo e i Coro dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca si esibiranno nel concerto “Incontro fra cori universitari” “La nostra città ha una forte tradizione musicale. Oltre alla presenza di una istituzione storica come la scuola Civica, ci sono tante altre realtà che a vario titolo si dedicano a questa forma di espressione artistica. Abbiamo pensato dunque di aderire a questa manifestazione per valorizzare questo ricco patrimonio e il messaggio universale che sa esprimere. Tutto questo anche in coerenza con l’istituzione del Tavolo della Musica, recentemente nato per favorire il confronto e il coordinamento in città tra chi si occupa di formazione musicale” ha commentato Andrea Catania, assessore alle Politiche culturali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here