Fermata Sesto Fs a nuovo, ed è festa per la città

0
166
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Venerdì 2 ottobre dalle ore 18 Fermata Sesto FS, ci sarà la grande festa nella stazione FS di Sesto San Giovanni, p.zza I maggio, per la presentazionedegli interventi di riqualificazione, attuati all’interno del progetto dell’Assessorato alle Pari Opportunità Tutta mia questa città, in partnership con Rete Ferroviaria Italiana. Il progetto verrà presentato alle ore 18 dalla Sindaco Monica Chittò, dall’Assessora alle Pari Opportunità Rita Innocenti, dal Direttore Territoriale Rete Ferroviaria Italiana Aldo Isi e dal curatore del Progetto Colore Aldo Bottoli di B&B Colordesign. A seguire un ricco programma di appuntamenti: performance videosonora a cura dell’Associazione Specchi Sonori, concerto di percussioni africane con i Djembappel, letture animate per bambini, installazione di un plastico modulare a cura del Gruppo Fermodellistico Milanese, cibo da strada per tutti i gusti e tutte le età e, in conclusione, danze occitane a cura dell’associazione Il Cortile delle Idee. Ospite d’eccezione Don Pasta, con uno strepitoso mix di cibo, musica e anima, fra un soffritto e un djset. Una festa di piazza all’insegna anche della mobilità sostenibile: Bicistazione offrirà il parcheggio gratuito per chi raggiungerà la festa in bicicletta e dalle ore 17 organizzerà un laboratorio per la riparazione e manutenzione della bicicletta. Nuova Carrozzeria Sestese offrirà invece prove gratuite di guida di auto elettriche. Le attività di promozione e valorizzazione della Stazione, snodo vitale del NordMilano, nell’ambito della festa di venerdì 2 ottobre, sono state rese possibili grazie al contributo di Regione Lombardia, all’interno del progetto North maker&business.  «Tutta mia questa città è un’esperienza pilota di rigenerazione urbana nell’ottica di genere – ha dichiarato l’Assessora alle Pari opportunità Rita Innocenti – e l’intervento in Stazione FS ne rappresenta bene alcuni dei caratteri fondamentali: trasformare spazi urbani importanti e vitali, ma talvolta degradati, in luoghi decorosi, accoglienti e funzionali. Tutto ciò sulla scia di quanto già sperimentato in altre città europee: un luogo più bello e curato suggerisce maggiore rispetto e quindi nuove regole di comportamento, diventando così anche un luogo più vivibile e più sicuro. La riqualificazione della Stazione FS non sarebbe stata possibile senza la collaborazione fattiva di RFI, che ha dimostrato fin dall’inizio interesse e grande sensibilità per questi temi».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here