Ernst Knam per Glut1, l’alta cucina al servizio della solidarietà

Ernest Knam firma una cena esclusiva a favore del progetto Glut 1: Fare del bene è un opera d'arte, la tua

0
468

Tutti conoscono il pasticcere Ernst Knam, ma quanti hanno avuto modo di provare un’intera cena, firmata Knam? Il 3 maggio, l’Associazione Italiana GLUT1 offre questa possibilità unica attraverso la serata di gala “All you can eat, all you can give”, promossa insieme allo Studio Quaranta di Nicola Falappi e allo Chef Ernst Knam, il quale prenderà parte di persona sia alla serata che alla realizzazione dei piatti che i presenti potranno gustare. Un menù creato appositamente, al cui interno trovano spazio ingredienti sorprendenti, materie prime di eccellenza e commistioni di sapori uniche. Il tutto con un occhio di riguardo alla parte dolce, che sarà il degno coronamento di una cena indimenticabile. Knam, prima di approdare in Italia nel 1989 alla corte di Gualtiero Marchesi, ha infatti sviluppato la sua carriera in alcuni dei migliori ristoranti stellati internazionali, arrivando a toccare tutti i diversi ambiti della cucina di alto livello, specializzandosi infine proprio nella pasticceria, a cui si è dedicato con ancora maggiore attenzione aprendo la sua attività nel 1992.
La Pasticceria Ernst Knam, ormai un’istituzione in via Anfossi 10 a Milano, è diventata con gli anni un punto di riferimento non solo per gli amanti del cioccolato e del dolce, ma anche per chi desidera torte speciali e su misura. Negli ultimi mesi, dopo essere entrato in contatto con diverse realtà, tra cui quella rappresentata dall’Associazione Italiana GLUT1, lo Chef Knam ha preso particolarmente a cuore le problematiche relative all’alimentazione e ha iniziato a studiare da vicino ricette ed espedienti per rendere la pasticceria una gioia davvero adatta a tutti.
Non poteva quindi esserci un miglior protagonista per questo evento, in cui solidarietà, alta cucina e ricerca vanno di pari passo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here