Emergenza Lambro, il Sindaco Chittò “Grazie di cuore…”

0
277
CV Protezione Civile Cinisello Balsamo

SESTO SAN GIOVANNI – Sabato e domenica di intenso lavoro per la struttura di protezione civile di Sesto San Giovanni. Le abbondanti precipitazioni, che così tanti danni hanno provocato in Lombardia, non potevano certo evitare la città, lambita dal fiume Lambro, ma i disagi – seppur maggiori del normale – sono comunque stati contenuti.

In preallerta da venerdì notte, il COC (Centro Operativo Comunale) è stato convocato ufficialmente sabato nel primo pomeriggio. Il primo intervento è stata la chiusura, pochi minuti prima, della via San Maurizio al Lambro a causa dell’alto livello del fiume.

Problemi si sono verificati anche all’ingresso della tangenziale in via Muggiasca, dove la carreggiata è stata ristretta per qualche ora e alla cascina Colombo. E’ stato necessario intervenire anche in via Cadore a causa del flusso d’acqua proveniente dal peduncolo della Serravalle dovuto ad un varco nelle barriere che è stato segnalato alla società che gestisce la tangenziale.

Domenica la situazione è nettamente migliorata, fino a permettere la riapertura – dopo un intervento straordinario di pulizia da parte di Core – di via San Maurizio al Lambro alle 17.00, giusto poco prima della chiusura ufficiale dell’emergenza e dello scioglimento del COC.

Tante le persone e le associazioni in servizio volontario nei due giorni e due notti: 16 agenti della Polizia Locale, in coordinamento continuo con le altre forze dell’ordine del territorio (PS, CC e GdF), 15 volontari della Protezione Civile di Cinisello Balsamo, altrettanti gli operatori della CRI e dell’SOS, insieme ad una decina di volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri e alle Guardie Ecologiche Volontarie, oltre ai dipendenti dei servizi comunali attivati.

Ringrazio di cuore tutti i volontari, i dipendenti comunali e gli operatori che hanno prestato servizio in questi due giorni – ha dichiarato il Sindaco di Sesto San Giovanni Monica Chittò perché hanno consentito che un evento eccezionale che tanti problemi ha causato in Lombardia non provocasse danni gravi, limitando i disagi. Ringrazio l’Assessore Alessandro Piano che ha gestito la struttura con professionalità ed efficienza, la Polizia Locale e il suo Comandante per la competenza e la celerità degli interventi effettuati, gli operatori di tutte le forze dell’ordine cittadine con i quali la collaborazione è stata continua ed efficace e infine, ma non per ultimi, tutti i volontari che hanno passato due giorni e due notti sotto l’acqua per permettere alla città di continuare a funzionare con meno disagi possibile. Il loro lavoro è stato prezioso ed apprezzato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here