Ehndry, dalla Brianza al mondo della musica

0
138

La nuova promessa della scena musicale brianzola è Ehndry (@ehndry_ su Instagram, email: ehndry.music@gmail.com). L’artista monzese, che all’anagrafe si chiama Andrea Colfi, è un giovane classe 2002 che, negli ultimi mesi, sta portando in alto il nome della  sua terra. “La scelta del nome d’arte è stata lunga e ricercata – ha spiegato il cantante – volevo qualcosa di originale e unico che mi rappresentasse, quindi ho voluto dare un tono internazionale al mio nome”.

La musica ha fatto parte della sua vita fin dalle scuole medie, quando ha deciso di studiare chitarra. Quell’esperienza gli ha permesso di conoscere la teoria musicale, molto utile per arrangiare melodie e creare pezzi. Dalle superiori in poi la musica rap delle giovani leve della scena italiana, quali Vegas Jones, unita ai pilastri del calibro di Bassi Maestro, lo ha spinto ad avvicinarsi al mondo dell’ Hip-Hop, e a concentrarsi sulla scrittura di testi. «La musica è una forma d’arte particolare, non si tratta di semplici note, è qualcosa di più, e quando ascolto un mio pezzo o una canzone in generale, amo cogliere quell’aspetto inafferrabile e profondo che lega l’artista con l’ascoltatore, quasi arrivando al Noumeno – ha detto –  La Musica unisce e trasmette emozioni positive, ed è ciò che più mi piace». Ehndy è un musicista che si organizza senza etichette alle spalle: “Attualmente sto pubblicando i miei brani in completa autonomia, gestisco tutti gli aspetti a partire dalla preparazione, fino alla distribuzione e alla promozione del singolo o del progetto in questione. Il passo successivo sarà quello di trovare un’etichetta che possa portare a più persone possibile la mia musica e che mi permetta di esibirmi live”. Tutte le sue canzoni (ndr ASTRONAVE, LA MIA LADY, NUVOLE) sono molto apprezzate. «I miei ultimi tre singoli sono stati pensati per far parte di un progetto più ampio, ovvero un EP di 5 tracce in uscita ad Agosto dal titolo: “RINATO”. Tutte le tracce parlano delle mie esperienze personali, di quello che ho vissuto e di quello che sogno per il futuro, soprattutto dopo questi anni di pandemia che ci hanno limitati e rinchiusi in noi stessi. In quei momenti sono riuscito a conoscere meglio me stesso e questi mi ha aiutato molto. Nonostante la sua giovane età la grinta non manca. «Penso di avere un approccio mentale alla vita finalizzato a migliorare me stesso. Credo che ogni esperienza aiuti a crescere e soprattutto la musica mi ha permesso di conoscere nuove persone e sviluppare lati di me che non conoscevo».  L’hip hop è  Il genere che meglio lo rappresenta, infatti le sonorità presenti nei suoi brani sono molto melodiche. Ehndry comunque non lesina una bordata allo star system e alla critica. «La Meritocrazia è stata messa in secondo piano all’interno di una logica del profitto che vede la musica non più come un’arte, ma come una merce. Detto questo sono soddisfatto di come stiano andando i miei brani, il fatto che piacciano  per me è l’unica cosa che conta».

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here