E se esondasse il Lambro?

0
260
CV Protezione Civile Cinisello Balsamo

CINISELLO BALSAMO – Il Lambro esonda su tutta l’asta del fiume, un carico d’acqua che la diga di Pusiano e il Cavo Diotti in manutenzione non riescono ad arginare, comunicazioni bloccate, interi quartieri di Monza evacuati, paesi sommersi, questo è lo scenario che è stato simulato lungo tutto il corso del fiume Lambro, da Como a Lecco coinvolgendo le strutture di Protezione Civile di tutte le provincie coinvolte.

La simulazione è ancora più importante visto che l’opera idraulica più antica d’Italia, il Cavo Diotti (un canale artificiale progettato in epoca napoleonica) mostra i segni del tempo e a breve verrà posto in manutenzione per importanti interventi di rifacimento delle opere di regolazione idraulica. 650 i volontari coinvolti in questo run test che è servito a mettere a punto le procedure di allertamento, i tempi di reazione e le capacità di rispondere in maniera efficace all’evento di tutte le strutture che fanno parte del sistema Protezione Civile della Regione Lombardia.

21 i volontari del Corpo Volontari Protezione Civile di Cinisello Balsamo che sono stati impiegati nel comune di Sesto San Giovanni per predisporre materiale per arginature e, assieme alle Guardie Ecologiche del Parco Medio Lambro, monitorare la situazione lungo tutta l’asta del fiume.

Importante apporto è stato dato anche dal gruppo ARI-RE (Radiocomunicazioni di Emergenza) di Cinisello Balsamo che ha partecipato all’esercitazione approntando un apparato di radiocomunicazioni mobile sul tetto del palazzo comunale di Sesto San Giovanni garantendo le comunicazioni con tutte le strutture di coordinamento in ambito provinciale. A dieci anni dall’esondazione del 2002 si è voluto testare l’intera macchina dei soccorsi per individuare le criticità, prevenire gli eventi e migliorare la risposta, altre simulazioni avverranno in futuro nella speranza che l’intervento reale non succeda.

foto CV Protezione Civile Cinisello Balsamo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here