È morto lo scultore Squillace, brugherese di adozione

0
668

«Ci ha lasciato oggi Max Squillace, un grande artista che ha segnato la storia della nostra città non solo per i monumenti (nella foto uno dei più importanti) e le opere, ma anche per la storia di una comunità d’arte che ha caratterizzato la vita culturale di Brugherio. Un artista apprezzato in tutto il mondo, al quale oggi va il nostro pensiero riconoscente». Con questa frase il sindaco di Brugherio Marco Troiano ha comunicato che lo scultore di origine calabrese ma di adozione brugherese da decenni, colui che ha realizzato la scultura in onore dell’Avis e dei donatori di sangue in città. A lui che aveva studiato a Brera con i più grandi maestri e che ha girato il mondo con la sua arte, hanno dedicato un pensiero molti brugheresi. A breve si terranno i funerali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here