Desio, chiuso un bar covo di pusher

0
37

Nella mattina di oggi mercoledì 11 maggio, agenti della Questura di Monza e della Brianza della Divisione Polizia Amministrativa e di Sicurezza (UPAS) e dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Squadra Volante, hanno chiuso il “Bar Linda” a Desio, per motivi di sicurezza pubblica.
In particolare, a seguito dei servizi di vigilanza e controllo del territorio è emerso che l’esercizio commerciale costituisce ritrovo abituale di persone con precedenti per reati contro la persona ed in materia di stupefacenti, tanto che nella serata di martedì 4 maggio, nel corso di un controllo straordinario nel locale venivano identificati due avventori di nazionalità magrebina, uno dei quali deteneva 0,28 grammi di cocaina, mentre l’altro aveva un coltello con lama da 20 cm, motivo per il quale venivano segnalati alle competenti Autorità. I due cittadini tunisini del 97 e del 91 erano entrati sul territorio italiano da circa tre anni ed uno era già conosciuto alle forze dell’ordine per falsa attestazione e possesso di droga e sono stati espulsi.
Dagli ulteriori approfondimenti a cura dell’Ufficio Polizia Amministrativa di Sicurezza della Questura, emergeva che il locale fosse già stato oggetto di ulteriore controllo straordinario del territorio a febbraio e allora  erano stati identificati numerosi avventori con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, rissa, maltrattamenti in famiglia, guida in stato di ebbrezza alcolica, ricettazione, furto, evasione, riciclaggio, continuando pertanto ad essere abituale ritrovo di persone pregiudicate e dedite all’uso smodato di bevande alcoliche.
Si tratta del quinto provvedimento di chiusura disposto da Questore Marco Odorisio, dopo quelli eseguiti nel capoluogo e nella provincia (2 a Monza, 1 a Nova Milanese, 1 a Seregno e 1 a Desio, rispettivamente lo scorso 20 gennaio, 17 febbraio, 2 aprile, 9 aprile e 10 maggio).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here