Denunciato per aver aggredito i soccorritori

0
52

Ha aggredito i soccorritori della Croce Rossa. Un gesto sconsiderato quello di un marocchino tossicodipendente senza fissa dimora che è stato denunciato dalla Polizia Locale di sesto. Il fatto risale al 30 giugno quando il trentasettenne, probabilmente sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, verso le 20 era stato soccorso da un’ambulanza del 118 e, una volta giunto nei pressi del Pronto Soccorso della Multimedica, si era dato alla fuga. Di lì a poco prima si è gettato contro un’ambulanza della Cri di Sesto San Giovanni, in transito sulla via F.lli Bandiera, rimanendo ferito, e al momento di essere soccorso, ha aggredito violentemente i soccorritori.A dare ausilio al personale della Cri di Sesto erano arrivate altre due ambulanze e anche i soccorritori di queste ultime venivano aggrediti. L’uomo, con le mani e la bocca intrise di sangue a causa delle ferite, si scagliava violentemente verso i volontari, sei in totale i soccorritori percossi, uno riportava lesioni guaribili in sette giorni. Tutti venivano fatti oggetto di sputi con il chiaro intento di raggiungerli al volto, due soccorritori purtroppo venivano raggiunti nell’area congiuntivale, zona molto esposta al contagio infettivo, e purtroppo dalle indagini espletate si accertava che l’uomo risultava affetto da due gravi patologie ad alto tasso infettivo, pertanto per i sei soccorritori, visitati in due diversi ospedali veniva attivata una procedura di profilassi e per alcuni di loro un protocollo di monitoraggio a medio termine inerente il rischio biologico.L’uomo oltre a essere denunciato per le percosse e per le lesioni agli operatori, è stato indagato per aver usato violenza a incaricati di pubblico servizio e, in conseguenza delle sue azioni, per aver interrotto un pubblico servizio: tre equipaggi del Soccorso Sanitario infatti sospendevano la propria disponibilità, nelle ore successive ai fatti, per consentire le cure ai soccorritori aggrediti. L’uomo, tuttora ricoverato per le lesioni riportate nell’impatto con l’ambulanza, al momento dei fatti era sprovvisto di un qualsiasi documento, pertanto la Polizia Locale riusciva ad identificarlo dopo averne disposto il foto segnalamento e i rilievi dattiloscopici nel reparto ospedaliero dove era stato ricoverato. “Ringrazio il nucleo operativo di Polizia Giudiziaria per il prezioso lavoro svolto e sottolineo ancora l’importanza di avere a disposizione una squadra con questi specifici compiti. In questo caso – commenta Roberto Di Stefano – parliamo di un marocchino pregiudicato, sotto l’effetto di stupefacenti e senza nessun diritto di stare sul nostro territorio che si è permesso di aggredire sei soccorritori del 118, colpendoli e sputandogli in faccia e rischiando di infettarli. Per delinquenti del genere a Sesto San Giovanni non può e non deve esserci spazio, ma serve tolleranza zero: ora mi auguro che venga espulso al più presto e torni nel suo paese d’origine”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here