Denise Pipitone non è Olesya. I genitori: aiutateci a cercarla!

0
872

Una foto di Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Maza Del Vallo il 1 settembre 2004, con l’hastag #denisepipitone sta facendo il giro del mondo. Un fatto che la mamma della scomparsa, Piera Maggio, definisce incredibile e quasi miracoloso. “I Giovano del mondo si stanno collegando per cercare Denise e questo è bellissimo”. Un miracolo di fatto seguito ad una vicenda per Piera Maggio e il papà di Denise, Piero Pulizzi, di nuovo dolorosa. Infatti la ventenne russa Olesya, che si era presentata alla tv russa per cercare la sua mamma e che era stata riconosciuta come una probabile Denise perché rapita da piccola come lei, cresciuta prima in un campo rom e poi in un orfanotrofo, non è di fatto Denise. Infatti – dopo rocamboleschi tira e molla della tv russa – all’avvocato di Piera Maggio Giacomo Frazzitta è stato comunicato il gruppo sanguigno della giovane russa. Che non è quello di Denise. Intanto la Procura di Marsala, avvertita dal legale del procedimento, potrebbe avviare o no nuovi accertamenti sul Dna. ma sembra improbabile. La speranza, anche se cauta, per i genitori di Denise e per tutta l’Italia è stata grande, ma poi ancora una volta la segnalazione si è rivelata vane. Ma grazie all’esposizione mediatica della vicenda, malgrado non sempre corretta, la vicenda di quella piccola bambina è tornata in auge. A questo punto le Autorità potrebbero anche riaprire il caso, esaminare prove che non furono esaminate ai tempi della scomparsa, rivedere piste importanti poco battute. Questa è la speranza, come quella di mamma Piera che la rete dei giovani del mondo possa unirsi per cercare e chissà trovare la sua Denise chissà dove nel mondo. Anche noi del Puntonotizie lanciamo l’hastag #denisepipitone e #cerchiamodenise per informazioni www.cerchiamodenise.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here